Magazine Venerdì 12 dicembre 2008

Libri per bambini: arriva Babbo Natale!

Magazine - AAA. Cercasi uomo sensibile, robusto, con la barba bianca e amante dei bambini, per assumere l'incarico di Babbo Natale. Necessaria la patente LAP2 per la guida delle slitte volanti.
È l'annuncio che ha inserito Babbo Natale sul Lapponia News. Quest'anno si vocifera che i regali siano a rischio: problemi di pensione?
Tutto per Il mal di schiena di Babbo Natale (EdiGiò, 8 Eu) di Giovanna Renzini. I bimbi del mondo gli si sono stretti intorno: uno si è offerto di inviare un unguento per il mal di schiena; una bimba italiana ha proposto di eliminare dalla lista i regali più pesanti; un fanciullo inglese ha suggerito di spostare la consegna dei doni. Ma dove Babbo Natale si è sciolto in lacrime è tra le righe della lettera di un bimbo russo, pronto a rinunciare ai regali pur di averlo con sé! E tanto è bastato per farlo ringalluzzire e, fatte preparare cinquecento slitte, trainate da altrettante renne, ci ha messo su i fanciulli di tutto il mondo per un giro turistico nel cielo.

E se fosse che il motivo del successo del Natale sta tutto in una formula? + amore – regali. Lo sa bene anche il follettino Natalino, con casacca verde e berretto a punta in giù, che sfreccia nel cielo in sella a una bici cometa. È Il postino di Babbo Natale (Edizioni Paoline, 16.50 Eu). Ha appena fatto il giro del mondo per ritirare le letterine dei bambini e sta per consegnare al suo capo gli ultimi sacchi, ma… si accorge di averli scambiati! Quali saranno le lettere di Città Grande, e quali incede arrivano da Paese Dimenticato? Che guaio! Così, a mezzanotte, quest'anno Babbo Natale ha consegnato i regali sbagliati. Nel Paese Dimenticato sono finite le bambole all'ultima moda e i robot transformer, mentre i bambini di Città Grande, arrabbiatissimi, hanno ricevuto solo cose essenziali: cibo, medicine, quaderni… Per loro quindi una vera, terribile tragedia. Come rimediare? Natalino ha un'idea. Con il pc di Babbo Natale spedisce una email con un appello, che se non basta a convincerli almeno non li distoglie dal lieto fine assicurato. I bambini di Città Grande capiscono finalmente il vero senso del Natale. Pensare un po' più agli altri e smettere di chiedere quintali di regali. Un racconto da spettacolarizzare quello di Daniela Cologgi e Fabrizio Palma, corredato anche di un cd ricco di sei canzoni alternati ai dialoghi.

Tutto regolare immaginare folletti a controllare la lista dei doni, fate a spruzzare polvere magica su nastri e decorazioni, uccellini cinguettanti ad adornare le lunghe corna delle renne con tintinnanti campanelli. L'attività è frenetica nel villaggio di Babbo Natale, dove fervono i preparativi per il grande giorno. Mancano sette giorni alla notte del 24 dicembre. Ma qualcosa di strano è accaduto. Babbo Natale si sarebbe dovuto presentare alla prova trasporto invece… accidenti! È scomparso, e nella sua casa qualcuno ha lasciato scritto "Abolite il Natale per sempre se volete rivedere il vecchio grassone vivo". Cosa fare? Ci prova Molk, mago cibernetico, mandando un'email a tutti i bambini. Un'ora dopo il messaggio passa in tv. Il mondo è in ansia: colpa di Katia Brentani, che ha mosso un gran polverone con Aiuto, hanno rapito Babbo Natale!”. Ci pensa EdiGiò a tranquillizzare tutti, dando alle stampe il libro (15 Eu).

L'è tutto da rifare: una volta i regali non li portava Babbo Natale, che è arrivato con gli Alleati verso la metà del secolo scorso. Dov'è stata la Befana tutto questo tempo? Era lei a portare i doni ai fanciulli. Genitori e nonni raccontano ancora della preparazione della calza, del timore di ricevere solo il carbone e della simpatia di quella vecchia signora, un po' barbona e un po' strega buona. Anche se non si fa vedere molto in giro, però, lei non ha mai smesso di presentarsi puntuale per l'Epifania, nelle case delle famiglie che rinnovano la tradizione e le sue avventure. Ed è di nuovo tra noi, rassicura Andrea Valente con Il ritorno della Befana (Gallucci editore, 9.50 Eu). Che pare abbia intenzione di comprarsi un bel paio di scarpe col tacco a spillo, tanto per slanciarsi un po' fin lassù. Il rischio è che finisca per arrivare in ritardo: le succede sempre, dopo aver passato mezza giornata a scegliere il vestito. E se arrivasse vestita di bianco la riconoscereste lo stesso? O in carrozza? Ammettiamolo: tutti vorremmo sfrecciare tra le nuvole a bordo di una scopa volante modello Befana duemilaventisei. Solo che dove la troviamo una scopa supersonica? La risposta c'è, e la scoprirete solo leggendo…

di Roberta Maresci

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

A star is born Di Bradley Cooper Drammatico, Musicale U.S.A., 2018 Il musicista di successo Jackson Maine scopre, e si innamora della squattrinata artista Ally. Lei ha da poco chiuso in un cassetto il suo sogno di diventare una grande cantante... fin quando Jack la convince a tornare sul palcoscenico. Ma mentre la carriera... Guarda la scheda del film