Magazine Martedì 9 dicembre 2008

«Sono innamorato di mia cognata»

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Magazine - Ciao Antonella,
sono Mary ho 23 anni, a volte mi chiedo cosa possa passare mai nella mente di un uomo. A volte mio marito neanche mi guarda, quando mi avvicino a lui si allontana, non ha voglia più di stare con me in intimità, se lo accarezzo mi dice che gli faccio il solletico, se lo bacio lui ha lo sguardo e la mente altrove. A volte penso che lui abbia un'altra e questo mi spaventa, penso di non essere più bella e sensuale ai suoi occhi. Che posso fare per far tornare la passione in lui?
Ciao, rispondi ne ho bisogno.

Cara Mary,
non sono un'esperta in recupero mariti attraverso la sensualità. Che è un mezzo, certo, ma non è il mio campo. Se non sei bella a 23 anni, quando potresti esserlo? E come dovresti cambiare per esserlo di più? Lui ti ha visto bella quando si è innamorato e anche quando ti ha sposata e tu non sei certo diversa, non alla tua età. Quindi, visto che la tua ipotesi purtroppo mi sembra abbastanza probabile, posso consigliarti soltanto la strada più difficile per una ragazza giovane che vuole recuperare l'amore: avere una pazienza infinita, non fare domande, non cercare di scoprire se i sospetti siano realtà, farlo parlare di nuovo di sé, fargli raccontare la sua giornata senza spazientirsi se lui non ne ha voglia, cercare di uscire con lui, di non cedere alla stanchezza o alla gelosia e, quello sì, avere cura del tuo aspetto. Questi consigli sono indubbiamente discutibili, personalmente non riuscirei mai a seguirli, ma sono quelli che ho sempre visto funzionare nella pratica, quindi li riporto pari pari. Attesa, silenzio, pazienza infinita.
Prima di passare all'azione, anzi alla non azione, chiediti però se davvero l'uomo valga tanti sacrifici e tanta auto umiliazione. Se, a conti fatti, non li valesse, fai i bagagli -meglio, falli fare a lui- e approfitta della tua età e dell'esperienza che hai accumulato per trovare l'uomo giusto.
Auguri,
Antonella

Cara Antonella,
ho 42 anni sono sposato da 9 anni ed ho due splendidi bambini, sono insieme a mia moglie da circa 14 anni. Da quando sono entrato nella famiglia di mia moglie sono sempre innamorato di mia cognata. Un amore grande di quelli che ti prendono lo stomaco e ti fanno star male. Quando anche lei si è sposata ho passato un periodo di dolore immenso, lei è il mio pensiero fisso. Lei ora ha 35 anni e tre figli, ma è sempre costantemente nei miei pensieri.
Circa un anno e mezzo fa ho avuto il coraggio (vigliacco) di esprimerle cosa provavo per lei con una lunghissima serie di sms. Non ha mai risposto, ma ogni volta che ci vedevamo gli abbracci tra noi erano sempre più affettuosi, poi credo di essere andato oltre con il contenuto degli sms ed un giorno dopo sono stato sonoramente rimproverato da lei che mi ha minacciato di dire tutto a mia moglie (sua sorella). Da quel momento, il nostro rapporto non è cambiato per nulla, siamo sempre più affettuosi, quando lei ha un problema si rivolge a me, lei sa che la amo come non sono riuscito ad amare nessuno. Sto sempre peggio, se fosse per me vivrei con lei e con lei vorrei avere un figlio tutto nostro.
Bruno

Complimenti, Bruno,
e com'è andata che non se n'è accorto prima? E come mai la cognata continua a provocarla, ma non cede mai? Lei prende in giro sua moglie e sua cognata fa come lei. Siete fatti l'uno per l'altra, ha ragione. E, se mi concede un minimo di autorevolezza, le faccia pure leggere la mia risposta, ché magari si convince. Si è autodefinito vigliacco, è in buona compagnia a giudicare dal modo con cui sua cognata si diverte alle spalle della sorella. Che spero si liberi di voi al più presto.
Se invece fosse insoddisfatto della risposta, sfogli l'archivio della Posta del cuore, troverà molti casi simili al suo e qualche risposta diversa. Ero meno stanca di queste dimostrazioni di immaturità. Chi l'ha detto che all'amore non si comanda? Di sicuro una persona è abituata a farsi dominare dagli impulsi invece che controllarli. Provare a diventare grandi? Anche solo per vedere che effetto fa comportarsi da adulti responsabili, meno vanitosi, meno ciechi di fronte a una palese presa in giro?
Auguri (di crescere un po'),
Antonella

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Il testimone invisibile Di Stefano Mordini Thriller 2018 Adriano Doria è "l'imprenditore dell'anno" nella nuova Milano da bere. Guida una BMW, porta al polso un Rolex vistoso, ha una moglie e una figlia adorabili e un'amante bella come Miss Italia. Ma ora si trova agli arresti domiciliari, accusato di... Guarda la scheda del film