Magazine Mercoledì 26 novembre 2008

Il maschio può tutto? Colpa delle donne

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Care e cari,
scusate la fuga della settimana scorsa. Non ero a riporre capitali alle Cayman -ché per quello basta un computer - ma più banalmente nel mio candido lettino a tossire e il resto ve lo risparmio. Siccome sono ancora così così, me la prendo un po' più comoda anche questa settimana, pubblicando senza commento la bella e molto intelligente risposta di Ale a Francesca () - sono tanto contenta che abbia trovato solidarietà e buonsenso - e una brevissima mail.
Aggiungo per la quindicenne che non vuole essere pubblicata: per piacere, consulta l'archivio, troverai valanghe di spiegazioni sul perché non rispondo più privatamente e sulla possibilità di essere pubblicata ma non riconosciuta.

Buon freddo, care e cari, almeno per chi ama lo sci o trovare una scusa per stare a casa al calduccio,

Antonella



Per scrivere ad Antonella, clicca qui

Leggi gli altri articoli di La Posta del cuore

Magazine - Non so se faccio bene, se è il posto giusto... ma sento il bisogno di rispondere a Francesca, che ha scritto alla Posta del Cuore lo scorso 11 novembre. Dovrei averci fatto l'abitudine ma no, non ci riesco. Continuo ad indignarmi per tante fesserie che sento uscire dalla bocca di una parte del genere maschile... poi però mi rendo conto che forse chi ha sbagliato fino ad ora siamo noi donne. Siamo noi le mamme che instillano nelle testoline vuote del figlioli la convinzione che al maschio tutto è concesso e alle femmine no, che lui è virile e noi un po' tr... e, che deve farsi le esperienze lui, che noi non facciamo esperienza ma siamo facili.
Siamo noi quelle squallide della festa della donna, quelle che per essere forti ci trasformiamo in uomini peggiori degli uomini peggiori. Potrei andare avanti all'infinito per tante che ne ho sentite da donne deficienti. Non possiamo cambiarle, non ci si riesce. Ma una cosa possiamo fare: opporci a questa logica idiota con due belle attività mentali:
1) togliamoci i sensi di colpa
2) rivoltiamo ciò che i maschietti di questo tipo ci dicono e vediamo se la logica funziona (proprio come tu hai sottolineato).
Un'ultima cosa: se noti mi riferisco ad un gruppo di uomini perché non mi piace generalizzare e penalizzare così le persone intelligenti.
Le persone di cui parla Francesca sono da ignorare ed evitare come la peste bubbonica. Non serve parlare, non capirebbero. Quindi non sprechiamo fiato e proseguiamo sulla nostra strada con un unico obiettivo: non fare male ad altri e a noi stesse.
Scusa se ho approfittato dello spazio concesso, ma sentivo la necessità di esprimere le mie idee.

Un saluto
Ale


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -


Tutti mi dicono che sono bellissima, mi fanno i complimenti. Qualche persona mi vuole tantissimo bene, ma io quando mi vedo allo specchio mi considero una specie di ragazza brutta.

Bella mia,
ti pubblico perché mi avanza dello spazio. Che razza di domanda è questa? E come pretendi che ti risponda? Non dici niente di te. Consiglio: iscriviti a Facebook, se superi i 2.372 amici maschi, rassicurati: sei bellissima.
E in più passi il tempo, che sembra non mancarti.

Ti auguro di raggiungere il quorum,

Antonella

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Searching Di Aneesh Chaganty Thriller U.S.A., 2018 Dopo che la figlia sedicenne di David Kim scompare, viene aperta un'indagine locale e assegnato un detective al caso. Ma 37 ore dopo David decide di guardare in un luogo dove ancora nessuno aveva pensato di cercare, dove tutti i segreti vengono conservati:... Guarda la scheda del film