Magazine Venerdì 14 novembre 2008

aaa

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Salve Marco, sono una 27enne ed in breve parlo della mia storia.
A fine maggio ho incontrato un ragazzo molto carino, direi quasi un colpo di fulmine. Siamo riusciti ad uscire insieme dopo sue insistenze, dopo circa un mese e mezzo ci siamo ritrovati a casa sua a fare l'amore, per me era la mia prima volta. Lascio immaginare le mie paure ed emozioni.
Lui con me era premuroso, anche dopo mi chiedeva come stavo. Poi sono partita per le vacanze con un'amica e questo forse non gli è andato mai a genio, è molto all'antica, un meridionale a tutto gas... mentre io ero in vacanza lui mi chiamava di continuo, sms in abbondanza, non mollava un attimo. Al rientro ci siamo rivisti, scambiati i pensierini dell'estate ed abbiamo rifatto l'amore. Poi dopo 20 giorni che non ci vedevamo mi ha chiamata. Ho rifatto l'amore con lui, ma avvertivo che era vuoto di sentimenti.
Dall'inizio di ottobre tutto è cambiato. Ha addirittura smesso di chiamarmi. Non ci vediamo da allora, lo chiamo ma non mi risponde, mi evita, dice che è sempre impegnato. Gli ho anche detto che se vuole possiamo chiudere qui la nostra storia, ma lui dice no, perchè è chiaro che se avesse voluto non vedermi più me l'avrebbe detto tranquillamente. Io non so più cosa pensare, se sia un camorrista nei suoi sentimenti, se non mi abbia mai amata, se ero solo uno sfizio ma addirittura faceva l'amore per la prima volta solo per sfizio di collezionare una donna in più... io mi sono adattata ai suoi canoni, ci vedevamo una volta a settimana per suo volere e tutto il resto del tempo lo passavo a casa mia, senza uscire. Lui era contento ma quando ha iniziato a vedere mie reazioni verso lui di chiedere qualche sicurezza in più ho ricominciato ad uscire con le amiche, a lui forse non è più stato bene. Un giorno vengo a sapere che esce con due amiche e chiede ad una di uscire dicendo di non dire nulla a me, perchè lui la sua ragazza la lascia a casa ed è fidanzato. La sua donna sarei io.
Ha fatto follie per uscire con me, mi riempiva di complimenti era affettuoso. Io ero un po' gelosa di lui, volevo un rapporto più serio. Ero stanca di tutta la situazione, mi sentivo usata solo per fare l'amore.
L'ho mollato con un sms a cui non ho avuto risposta e non dico come posso stare male. Mi riaffiorano solo i momenti a letto con lui, però non mi manca lui.
Vorrei solo capire cosa lui ha provato per me. Anche se il tempo è stato breve io l'ho amato alla follia. Cosa gli sarà preso non so. Dall'oggi al domani una persona può essere così bastarda. Premetto che prima di partire per le nostre vacanze separate io volevo salutarlo e lui ha fatto di tutto e inventato mille scuse per evitare di incontrarci.
Ora sto cercando chiarezza che forse da lui non ho mai avuto.
Grazie per l'ascolto.
Anonima 1981

di Marianna Norese

Potrebbe interessarti anche: , Paura di sposarsi: i dubbi di una ragazza, la risposta dello psicologo , «Ho chiamato il mio compagno con il nome del mio ex: Cosa c'è che non va?» , Una donna ossessionata dal pensiero di essere lesbica chiede aiuto: il consiglio dello psicologo , «Mamma secondo te sono lesbica?»: la domanda di una figlia i dubbi di una madre , «Preferisco stare con le mie amiche anziché con il mio ragazzo: Cosa mi succede?»

Oggi al cinema

To Rome With Love Di Woody Allen Commedia U.S.A., Italia, Spagna, 2012 To Rome with Love è una commedia spensierata, un film caleidoscopico ambientato in una delle città più affascinanti al mondo. Il film ci mette in contatto con un architetto americano molto noto che rivive la sua gioventù, un... Guarda la scheda del film