Weekend Magazine Giovedì 12 aprile 2001

Abissi: viaggio nei misteri del profondo

Magazine - Date uno sguardo all’oggetto misterioso qui sopra. E largo circa un metro ma non è facile capire cosa è....
E’ una mina navale “a contatto” della prima guerra mondiale, di quelle che sembrano ricci di mare metallici. Durante i test è stata portata ad una profondità esagerata ed è implosa; la struttura è stata completamente deformata dalla forza dell’acqua.
La pressione aumenta costantemente con la profondità. A certe profondità è pari al peso di un auto concentrata sulla superficie di una moneta.
Questa è una delle cose che si imparano alla nuova mostra a tema alLeggi l'articolo , inaugurata il 15 Febbraio e visibile fino al 30 Settembre 2002.
L’esposizione è divisa in due settori, un primo “Vivere in condizioni estreme” di natura biologica, ed un seconda parte, dedicata all’esplorazione abissale: “L’ultima frontiera inesplorata del pianeta terra”.
Non aspettatevi però vasche da migliaia di litri e assurdi pesci abissali. E’ impossibile ricreare le grandi pressioni e consentire il trasporto degli animali senza danneggiarli. Le creature abissali ci sono, ma sono poche. In massima parte si tratta di modelli, anche se ben realizzati, come il pesce vipera della foto sotto.
Il percorso inizia con la presentazione delle condizioni ambientali per poi passare in rassegna alcuni degli abitanti più tipici dell’abisso e il perché delle loro forme. Poche le presenze nelle vasche ma la resa è ottima. Ci sono pesci bioluminescenti, che brillano cioè di luce naturale e rischiarano il loro acquario con minuscoli faretti.
Nella seconda parte si tratta l’esplorazione degli abissi: i primi equipaggiamenti da palombaro, veramente atroci per ergonomia e sicurezza, sino agli anni ‘80. Ci sono anche modelli e spaccati dei celebri batiscafi, come il Trieste arrivato a 11.000 metri nella fossa delle Marianne, l’abisso più profondo.
L’esposizione aggiunge circa una mezz’ora alla visita all’Acquario, recentemente arricchito con la vasca dei coccodrilli sulla Nave Blu.
Il livello di tecnicismo è piuttosto blando e le informazioni non sono molte. Anche per questo forse potrà piacere un po’ a tutti.
Gli orari di visita sono quelli dell’Acquario e non c’è alcun costo aggiuntivo.

Oggi al cinema

Non ci resta che vincere Di Javier Fesser Commedia 2018 Marco Montes è allenatore in seconda della squadra di basket professionistica CB Estudiantes. Arrogante e incapace di rispettare le buone maniere viene licenziato per aver litigato con l'allenatore ufficiale durante una partita. In seguito si mette... Guarda la scheda del film