10° Festival Musicale del Mediterraneo - Magazine

Teatro Magazine Teatro Gustavo Modena Martedì 10 aprile 2001

10° Festival Musicale del Mediterraneo

Magazine - La manifestazione di Echo Art, "Festival Musicale Mediterraneo", giunta alla decima edizione, con il contributo della Regione Liguria, il Comune e la Provincia di Genova e il Comune di Camogli, festeggia i traguardi raggiunti con concerti e eventi collaterali, con un programma che si estende da aprile a dicembre del 2001.

Stasera 10 e domani 11 aprile al Teatro Modena i primi due appuntamenti di questa stagione allargata:

10 aprile Simona Barbera & Echo Art Ensemble in Sicilia!
La Sicilia, in tutti i suoi più diversi aspetti e personaggi autorevoli del presente e del passato, interpretata dalla voce di Simona Barbera, giovane cantante genovese di origine siciliana su musiche eseguite Echo Art, gruppo genovese fondato nel 1984.

11 aprile Vera Bilà & Kale', Cecoslovacchia
Profilo di cantante blues, Vera Bilà è una star gitana dell'est europeo. Incanta con la sua voce vellutata e intensa, stupisce, come un personaggio di Botero, con un fisico imponente e si lascia guidare dalla musica balcanica tradizionale rom per chitarra, violino, cymbalon e voce: la cymbalova muzica. Definita "la rumba gitana venuta dall'est", questa musica è frutto di continue migrazioni che si incrociano con il "gipsy-manouche", le evocazioni sonore delle tradizioni indo-europee, i richiami asiatico-porteghesi e gli accenti dell'America Latina letti in chiave surreale. Bilà, (che significa "bianca"), reinventa la musica gipsy insieme al suo gruppo Kalè macinando kilometri, e nutrendosi delle culture dei popoli incontrati.

La nostra recensione Leggi l'articolo

Potrebbe interessarti anche: , Giudizio Universale: la Cappella Sistina secondo Marco Balich , Artisti e progetti vincitori di #UBU40 accanto a quelli di Hystrio, Rete Critica e ANCT , Turandot: la trama dell'opera, tra un principe pirlone e donne con scarsa autostima , Acqua di colonia: il colonialismo italiano secondo Frosini/Timpano , Dall'Olanda il teatro-incontro in Perhaps All The Dragons dei Berlin