Magazine Venerdì 20 giugno 2008

Il calcio a portata di mano

Un calciolettore dovrebbe leggere il calciomanuale per iniziare a calcioditare. Chi non lo ha mai praticato alzi la mano: nessun razzio levato all'orizzonte quando si parla delle schicchere, del calcio che si muove ovunque: in strada, in palestra, nei campi, sui marciapiedi ma anche a casa propria evitando di rompere soprammobili calciolesi da qualche punta di dito.

Il campo c’è. I giocatori e presidenti delle squadre pure. Il riciclaggio può aiutarvi a trovare giornali da buttare e cartone per preparare lo stadio. Ritagliate la squadra del cuore e inseritela nei tappi che trovate in copertina. Già: perché in vendita insieme al libro Il calcio con le dita (Editoriale Scienza, euro 18.90) c’è pure il sacchetto con tanto di tappi a corona verdi, un bianco e tanti rossi. Scritto da Carlo Carzan e giocabile senza limiti di età e sesso, tra suggerimenti e regole, dribbling e allenamenti, come marcare a zona o a uomo e l’esercizio ai tiri, il libro corre via che è una bellezza. Per la precisione, non c'è inizio e non c'è fine nello sfogliarlo perché si prende e si lascia come fosse una hola, un tira e molla. Facendo il tifo e alzandosi con uno striscione da esibire.
Insomma: per incontrare gli altri giocatori con le dita questo libro è perfetto. Poi c’è un’appendice pure in internet: sul sito Piccolitifosi trovate le regole aggiuntive, nuovi giochi e varie informazioni per partecipare ai campionati e alle varie manifestazioni che organizza il suo patron: Carzan. E giù a giocare tra un calcio d'angolo e un fallo. Perfetto come libro-gioco, è assolutamente un regalo gradito ai giovanotti in erba desiderosi di fare quattro tiri anche col cielo coperto di nebbia.
di Roberta Maresci

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Brutti sporchi e cattivi In una misera baracca, costruita con altre sulla collina che fiancheggia San Pietro, vive con la sua numerosissima famiglia (la moglie, una decina di figli e un mucchio di parenti) il vecchio Giacinto Mazzatella, un pugliese orbo e ubriacone la cui principale... Guarda la scheda del film