Magazine Martedì 17 giugno 2008

Mapelli: la passione per la palla ovale

Venerdì 4 luglio alle ore 18.30 presso la Portoanticolibri di Palazzo Millo (Expò) Gabriele Remaggi presenta il libro Lo sport che si gioca in paradiso (edizioni www.lulu.com), di Maurizio Mapelli. Sarà presente l'autore.

Magazine - Comincio subito con il dire che io di rugby non ne so nulla. Però il titolo del libro di Maurizio Mapelli, Lo sport che si gioca in paradiso, ha attratto la mia attenzione. Quando ho cominciato a sfogliarlo la sorpresa è stata grande: ma io queste pagine le ho già lette, ho pensato. Ma l’arcano è stato subito svelato: il libro è una raccolta degli articoli firmati da Mapelli e pubblicati su mentelocale.it in uno degli spazi che il nostro sito dedica alla sua community.

«Tutto è iniziato nel novembre del 2005. L'amico Andrea Guglielmino, conoscendo la mia passione per la palla ovale, mi ha consigliato di proporre a mentelocale.it un articolo a tema», racconta Maurizio, «detto, fatto: la mia prima recensione su una partita di rugby (Italia – Argentina, che si è disputata a Genova, nello stadio di Marassi) era online. Non mi sono più fermato».
Maurizio è giornalista pubblicista e il rugby non lo guarda solo in tv: «ho cominciato a giocare all’età di 18 anni, ma ho abbandonato subito. Oggi, a quasi 53 anni, ho ripreso ad allenarmi con il gruppo di appassionati del rugby.it (si fanno chiamare gli Old Stars), conosciuti su internet, e con le Orche Pro Recco».

Oggi il rugby è diventato un piccolo fenomeno: molti i nuovi appassionati. Addirittura Marco Paolini ha dedicato a questo sport un’intera trasmissione televisiva, andata in onda lo scorso inverno su La7: «la mia rubgy-mania è nata negli anni ’70 grazie al rugbista Marco Bollesan, che ha guidato il CUS Genova verso grandi risultati. Dal 2000 la nazionale italiana è entrata nel torneo Sei Nazioni, e il rugby ha attratto un maggior numero di persone». Oggi i campionati sono terminati, ma il 21 giugno l’Italia giocherà in Sud Africa, il 28 in Argentina.

Ma come vede un espertone come Mapelli la nostra nazionale? «Oggi siamo all’undicesimo posto nel ranking mondiale. Il nuovo allenatore Nick Mallett sta facendo un buon lavoro, ma una nazionale non si fa in una settimana: staremo a vedere».

Potrebbe interessarti anche: , La maledizione della peste nera: l'epidemia ritorna a Genova. Il nuovo thriller di Daniel Kella , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione