Magazine Mercoledì 11 giugno 2008

Mai provato l'orgasmo con un uomo

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Ciao, mi kiamo Jack,
o meglio mi faccio kiamare Jack: il mio vero nome è Sarah e il mio problema è ke, pur avendo avuto tantissimi rapporti sessuali, non ho mai avuto un orgasmo. Il ragazzo con cui ho avuto tali rapporti mi ama, io non lo amo ma gli voglio comunque benissimo, è la persona a cui sono piu affezionata in assoluto. Io ho ipotizzato ke il problema sia il fatto ke io sono lesbica. Lei ke ne dice?

Ciao Jack,
magari per lei è tutto chiaro, ma io faccio un po’ di fatica a decifrare le sue cinque righe. Per cui parto dal fondo.
Il problema dell’orgasmo nelle donne non ha ancora ricevuto una risposta definitiva, anche perché su questo si scontrano pregiudizi, morali religiose e politiche sociali che hanno influenzato non poco lo studio anatomico e fisiologico.
E giusto per citare, c’è anche un'ipotesi che definisce l’orgasmo femminile un optional e non una necessità.
Ma lasciando ad altri queste discussioni e definendo l’orgasmo l’arrivo a un culmine della tensione erotico-sessuale (a cui fa seguito una più o meno lunga fase di riposo), non c’è dubbio che questo sia un traguardo decisamente piacevole, anche se non necessariamente un dovere e che presupponga una certa soddisfazione di quello che si sta facendo.
Ora, lei che ha un vero nome da donna, ma preferisce chiamarsi Jack che è un nome da uomo, ha rapporti con un uomo che però non ama e in più dice di essere lesbica. In effetti questo non è di per sé un problema. Adesso uno dice lesbica e crede di aver detto tutto o di aver capito tutto. Ma non è così. Le cose sono un po’ più complicate e le sfumature, in questo caso, contano. Allora il problema è che diventa difficile lasciarsi andare all’orgasmo quando non si è del tutto convinti di ciò che si fa e con chi lo si fa e del perché lo si fa. E non parlo di una convinzione che parte dalla testa, ma di una convinzione che parte dai sensi. In altre parole: forse dovrebbe cambiare partner. E ruolo.
Buon divertimento.

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , «Credo di essere bisessuale»: il dubbio di un preadolescente, le domande della mamma allo psicologo , «Ha paura di fidanzarsi, ma non vuole perdermi: cosa devo fare?» , Perché si viene al mondo? «Ho 86 anni e ancora me lo domando» , Innamorata di un amico del suo ex fidanzato, ma non sa come dirglielo , «Il mio ragazzo guarda film porno, ma non fa sesso con me»

Oggi al cinema

Parlami di te Di Hervé Mimran Commedia, Drammatica Francia, 2018 Alain è un rispettato uomo d'affari e un brillante oratore, sempre in corsa contro il tempo. Nella vita, non concede alcuno spazio alle distrazioni e alla famiglia. Un giorno, viene colpito da un ictus che interrompe la sua corsa e gli lascia come conseguenza... Guarda la scheda del film