Magazine Venerdì 30 maggio 2008

«Sono gelosa di una velina»

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Mi chiamo Silvia e ho 24 anni.
Le scrivo per kiederle un aiuto riguardo un problema che mi fa stare davvero male. La prego di non pensare che sia una pazza sconvolta o cose simili. Sono una ragazza normalissima: carina, simpatica, solare, faccio un lavoro che mi piace molto, ho poke amicizie ma buone e un ragazzo che mi ama. Mi sembra di conoscerlo da sempre, entrambi abbiamo già conosciuto le rispettive famiglie, ci amiamo tantissimo e stiamo bene insieme, anche tra le lenzuola.
Insomma, sembrerebbe tutto ok all'apparenza. Ma per me non è così. Premetto che io non sono una persona gelosa e possessiva, difatti lui può uscire liberamente con i suoi amici quando e quanto vuole. Non lo controllo, non guardo i messaggi sul cellullare e cose simili, che generalmente fanno le persone gelose e diffidenti. Ma sto letteralmente impazzendo da quando lui un giorno, parlando di tv, mi ha confidato di avere un debole per una soubrette molto famosa, di cui non sto qui a dire il nome.
Ecco, da quel momento sono ossessionata da questa cosa. Pensi che ieri eravamo in edicola e su una copertina c'era la sua foto. Lui tranquillamente se n'è uscito con Oh guarda c'è...
Io ho rigirato la rivista e poi ho fatto la vaga. Ma da quel momento mi è salito un nervoso che non può nemmeno immaginare. Lui è perfetto, mi dimostra che tiene a me in tutto, non fa lo scemo con le altre ma certe volte, le giuro, sarei capace d mandare tutto a puttane al pensiero che a lui piaccia quella. Lo so, è assurdo: la sua è solo un'ammirazione, ma mi sta ossessionando. Ci sto male e non so come uscirne. La stessa cosa mi era successa anche con il mio ex, con cui sono stata vari anni. Mi sta salendo un rancore assurdo e penso e dico cose assurde riguardo a questo personaggio: le auguro la morte, persino. Sto perdendo il controllo.
La prego, mi aiuti. ke devo fare?


Cara Silvia,
mi rendo conto che lei stia vivendo male questa situazione e proverò a darle uno spunto su cui riflettere. Intanto stia tranquilla: non mi sembra pazza. Anche se capisco che la situazione la stia logorando non poco. Poi, da quello che lei racconta, mi viene da dire che la sua gelosia o la sua ossessione non sia dovuta a un problema che realmente ha con il suo ragazzo - e che forse non aveva neppure con il suo ex - ma piuttosto che un particolare comportamento del suo fidanzato le ha fatto riemergere una sensazione legata, in qualche modo, ad un’esperienza del suo passato. Ma questa situazione che lei ha vissuto con molto fastidio è stata, ovviamente, dimenticata ma è ancora saldamente presente nelle pieghe del suo inconscio. E si manifesta con una modalità che si fa sentire ma che non si fa capire.
Ecco, adesso che l’ho scritto mi rendo conto che per me è chiarissimo, ma forse non lo è altrettanto per lei. Mettiamola così: se alla festa del suo decimo compleanno la sua amichetta del cuore si presenta con un vestito color pesca molto più bello del suo e attira l’attenzione di tutti e le rovina la festa, lei ci rimane malissimo. Naturalmente, dopo 14 anni, non se lo ricorda più, ma se il suo fidanzato le dice Oh, che buone queste pesche a lei viene mal di stomaco. Ovviamente lei se la prende con lui, che mangia troppo volentieri dell’innocente frutto ma, ovviamente, lui non solo non ne ha colpa, ma non riesce neanche a capacitarsi di tutto ciò. E non c'entrano neanche le pesche. Così anche lei, in fondo, non riesce a capacitarsi di quello che sente e del perché le stia succedendo. Chissà se così mi sono spiegato meglio.
In ogni caso non tormenti troppo i suoi fidanzati (se non per validi motivi) e cerchi un bravo psicoterapeuta che la aiuti a capire come fare per superare queso problema che, presumibilmente, è dentro di sé.
Potrebbe essere una bella esperienza. E se non mi sono spiegato bene, mi scriva di nuovo quando vuole.

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , Paura di sposarsi: i dubbi di una ragazza, la risposta dello psicologo , «Ho chiamato il mio compagno con il nome del mio ex: Cosa c'è che non va?» , Una donna ossessionata dal pensiero di essere lesbica chiede aiuto: il consiglio dello psicologo , «Mamma secondo te sono lesbica?»: la domanda di una figlia i dubbi di una madre , «Preferisco stare con le mie amiche anziché con il mio ragazzo: Cosa mi succede?»

Oggi al cinema

Amarcord Di Federico Fellini Commedia Italia/Francia, 1974 Tante storie diverse si intrecciano in una Rimini degli anni 30 riproposte da Fellini sfogliando i ricordi di quando era ragazzo. Guarda la scheda del film