Magazine Mercoledì 4 aprile 2001

Tamburi di luce

Magazine - Luce che ti sazi delle mie ombre
stagliati sul viso come se fossi notte
inondandomi gli occhi del tuo gusto corsaro
dolce come sesso di donna, amaro quanto il
peccato.
Tu, Luce
fammi ammirare i tuoi confini, dove muoiono i nostri arcobaleni
dove poter toccare il rumore, nel tuo chiarore
immenso
del mio cuore che incessante batte, sì batte
come tamburo sulla tua pelle del mio buio
tumore della luce tua.



Marco Mazza

di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca

Oggi al cinema

Mia e il leone bianco Di Gilles de Maistre Drammatico 2018 Mia è una quattordicenne che vive in Sudafrica insieme ai genitori. Fin da piccina ha giocato con un cucciolo di leone bianco di nome Charlie costruendo una splendida amicizia con l'esemplare. Un giorno Mia scopre che il padre vuole vendere Charlie... Guarda la scheda del film