Magazine Mercoledì 4 aprile 2001

Quando l'onda

Quando l’onda
del mare di ottobre
avrà cancellato
i passi
degli amanti dell’estate,
io tornerò
sulla muta spiaggia
per raccogliere
nella mia tasca vuota
i loro sguardi rapiti,
i loro baci di muschio,
le loro carezze di vento.
Petali di tenerezza
foglie di nostalgia
saranno il mio sonno,
così gli amori
brevi di malinconia
e il pane
di frumento azzurro
mi terranno compagnia.
Quando l’onda
del mare di ottobre
avrà cullato
le lacrime delle stelle
scalze sullo scoglio
io salirò nel cielo
con la scala di rugiada.
Saltellerò sui sogni
per spolverare le illusioni.
Varcherò il mistero,
poi, all’alba,
col pigiama dell’arcobaleno,
libero,
mi tufferò, nell’infinito.



Gianni Biscossa
di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

La dolce vita Di Federico Fellini Drammatico Italia/Francia, 1960 Roma anni '60. Massimo giornalista di un rotocalco scandalistico, si trova in mezzo ai vizi e scandali di quella che era definita "la dolce vita" dei divi del momento. Guarda la scheda del film