Magazine Mercoledì 4 aprile 2001

Intenerita resta la parola

Torna alla vena, col sangue che lo irrora
il flusso della vita; intenerita resta la parola
a infrangere parole di pudore
a inventare segni di naufragi.
Forse l’esangue tua malia
Sull’uscio sigillato dalle labbra
ha brividi, assonanze e refrazioni
e annega nel mare di una lacrima.
O forse sei per me pagina bianca
che attende, inutilmente, la matita,
matrioska che si cela dentro l’altra
nel tremito indugiante delle dita.
Nei romiti claustrali che tu muti
in angiporti ansanti di fatica
il trepido via vai dei miei pensieri
al tramestio dei suoni s’incatena
e, ciondolante cavo di mancina
sorregge mestamente la sua pena.
Ombre nel vento, dilagano i ricordi
fuggono il tenue chiarore della luna,
sull’acqua di banchina si distende
un misto di unto e di benzina
che pigramente vaga e trascolora.
Torna alla vena, col sangue che lo irrora
il flusso della vita.
Intenerita, resta la parola…



Gianni Marenco
di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

La La Land Di Damien Chazelle Commedia, Drammatico, Musicale U.S.A., 2016 Mia è un’aspirante attrice che, tra un provino e l’altro, serve cappuccini alle star del cinema. Sebastian, è un musicista jazz che sbarca il lunario suonando nei piano bar. Dopo alcuni incontri casuali, fra Mia e Sebastian esplode... Guarda la scheda del film