Concerti Magazine Venerdì 11 aprile 2008

Queen, un progetto che andava fermato?

: lo storico gruppo inglese ha in programma la pubblicazione di un nuovo album di inediti e un tour mondiale (in Italia a Roma e Milano, 26 e 28 settembre 2008). Alla voce c'è Paul Rodgers, ma non tutti i fan sono d'accordo: il paragone con Freddie Mercury non regge.

Si infiamma il dibattito: dopo il commento indignato di e quello più favorevole di , abbiamo pubblicato le repliche di , , , , , .

Oggi pubblichiamo i commenti di Fabrizio Spadoni e Alessandro Borghesan.

Vuoi dire la tua su questo argomento? Vota nel sondaggio a fondo pagina, o scrivi a

Magazine - Nel corso degli anni Freddie Mercury e i Queen sono diventati un concetto unico. Brian, Roger e John erano dei bravissimi attori ma non protagonisti.
Nessuno sarebbe stato all'altezza di sostituirlo: troppo carisma, troppa particolarità nella sua voce e lo si è visto nel concerto di tributo dove l'unico a reggere il confronto vocale è stato George Michael (appena sufficiente) gli altri hanno fatto brutte figure.

Paul Rodgers poi è il sostituto meno adatto, voce bassa, roca e immobilità sul palco stravolge completamente quelle canzoni che furono di Mercury e i fans lo patiscono.
Il progetto Queen andava fermato (vedi Led Zeppelin) con qualche richiamino ogni tanto per i nostalgici.

P.S. ai concerti dei Nomadi ci vanno i ragazzini che cantano "vagabondo che non sono altro" perchè va di moda, gli amanti del gruppo stanno a casa ad ascoltare i vecchi LP.

Fabrizio Spadoni


Io invece credo che in quanto artisti sia giusto che loro continuino la loro strada, penso che loro siano i primi a non voler sostituire Freddie, ma sicuramente meglio vedere loro suonare le loro canzoni piuttosto che, con tutto rispetto parlando, cover band del calibro di Killer Queen e MerQury Band, che sono bravissimi!

Io li ho già visti la prima volta e li rivedrò stavolta, con tanto di acquisto del cd, ripeto non è la stessa cosa, e forse l'unica cosa su cui si può non esser d'accordo è l'uso del nome, ma in fondo penso che sia giusto così, del resto anche loro erano i Queen, non solo Freddie. Apprezzo anche la scelta di John di non partecipare, ma ognuno sceglie la sua strada. Del resto Brian e Roger sono ritenuti tra i migliori musicisti mai esistiti, addirittura sono materia di studio per i più giovani e recenti musicisti, quindi perchè non continuare? Perchè non cantare in eterno le loro canzoni da chi le ha scritte e con il marchio di fabbrica?!

E Paul Rodgers, complimenti a lui che ha accettato la sfida consapevole delle critiche che gli sarebbero arrivate!

Alessandro Borghesan

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Il testimone invisibile Di Stefano Mordini Thriller 2018 Adriano Doria è "l'imprenditore dell'anno" nella nuova Milano da bere. Guida una BMW, porta al polso un Rolex vistoso, ha una moglie e una figlia adorabili e un'amante bella come Miss Italia. Ma ora si trova agli arresti domiciliari, accusato di... Guarda la scheda del film