Concerti Magazine Lunedì 7 aprile 2008

I Queen senza Freddie: un'offesa

: lo storico gruppo inglese ha in programma la pubblicazione di un nuovo album di inediti e un tour mondiale (in Italia a Roma e Milano, 26 e 28 settembre 2008). Alla voce c'è Paul Rodgers, ma non tutti i fan sono d'accordo: il paragone con Freddie Mercury non regge.

Si infiamma il dibattito: dopo il commento indignato di e quello più favorevole di , abbiamo pubblicato le repliche di , , , .

Oggi pubblichiamo 3 nuove opinioni: Andrea, Valentina e di nuovo Marika Monzani.

Vuoi dire la tua su questo argomento? Vota nel sondaggio a fondo pagina, o scrivi a

Magazine - COMMENTO 1
Salve a tutti,
mi chiamo Andrea, ho 30 anni e da circa 20 sono un fan di Freddie Mercury e i Queen. Sono tra i primi collezionisti d'Italia e sono sempre molto aggiornato. Ho letto con molta attenzione i commenti riguardo la nuova formazione QUEEN e PAUL RODGERS e vorrei dire la mia.
Ragazzi, svegliamoci!!! Ma veramente vogliamo vedere i Queen con un altro vocalist al posto di Freddie??? Io sono totalmente contrario e un vero fan dei Queen e soprattutto di Freddie non può accettare e ne tollerare una cosa del genere...

Freddie era ed è tuttora unico, nessuno potrà mai rimpiazzarlo e ne deve prendere il posto... la cosa di fare un nuovo album non è accettabile, io me ne frego se la band fa credere che non è loro intenzione sostituire Freddie... io da vero fan la prendo come un offesa per il mio affetto nei confronti di Freddie e una mancanza di stile di Roger e Brian.
Non vedo il motivo perchè debbano fare musica con il nome dei Queen con un altro vocalist??? Perchè??? Spiegatemi un motivo valido??? Per fare soldi??? Per riassaporare i vecchi trionfi??? Per che cosa tutto questo???
Sono 20 anni che seguo Freddie ed i Queen e dopo la morte del mio idolo nel 1991 i restanti Queen dovevano solamente portare avanti la lotta contro l'Aids in nome di FREDDIE... se vogliono fare musica possono sempre farla da solisti, o semmai cantare loro come Queen senza fare rimpiazzi!!! Questa di Paul è una cosa che veramente non posso mandare giù... apprezzo John Deacon che ha lasciato le scene... Brian e Roger hanno speso piu di 20 anni della loro vita insieme a Freddie, dove è il rispetto personale??? Dove sta l'amicizia??? Io non lo vedo ragazzi... Paul può essere anche un buon cantante ma la cosa non mi interessa, e nemmeno si dovrebbe paragonare altri cantanti alla bravura di Freddie... vedere i Queen senza Freddie non esiste e non dovrebbe succedere, è un qualcosa che fa male sentire e vedere... la gente vuole Freddie, la gente va a vedere questo nuovo trio pensando a Freddie... le persone amano Freddie!!!

Freddie ci ha lasciato con della musica e dei momenti passati alla storia, ci ha lasciato chiedendoci di essere con lui nella lotta contro la malattia che se lo è portato via... Io non dimentico questo come non dovrebbero i restanti Queen e tutti i veri fan... è il piu grande cantante di sempre, la voce piu bella del mondo, il destino crudele se lo è portato via... dovrebbe essere onorato e ricordato per tutto quello che era e non offeso con tentativi di rimpiazzi da due soldi... lui è i Queen, i Queen sono lui, NON CI DEVE ESSERE NESSUN ALTRO!!!
I Queen e le persone che appoggiano questa cosa farebbero bene a pensare con la testa e con il cuore invece di fare cose e considerazioni veramente deludenti.
FREDDIE da lassù non farci caso... mi manchi, ci manchi e ti vogliamo bene FREDDIE...
thank you... see you in heaven!!!
Andrea


COMMENTO 2
Ho apprezzato fino ad ora tutti i commenti a questo articolo perchè è giusto che ognuno possa dire la sua... conosco Marika, siamo entrambi membri del RWI e la sua risposta mi ha tolto le parole di bocca ma adesso vorrei replicare a De.
Dunque non posso dire assolutamente niente sui tuoi commenti su Robbie (anche se forse quando parli delle persone dovresti avere un po' più di delicatezza e un po' più di rispetto, dato che praticamente gli hai dato del principiante stonato e credo che data la sua storia nella musica e il suo successo nessuno possa dirlo) perchè alla fine i gusti sono gusti e tu hai diritto ad avere la tua opinione. Ma ti assicuro che i fans di Robbie non sono sedicenni invasate... ci sono fans di tutte le età (ed è una cosa bellissima e molto significativa, è importante che un artista piaccia ad un pubblico svariato) dalle dodicenni ai sessantenni, e te lo posso assicurare, li ho visti con i miei occhi ai suoi concerti!

Il paragone che hai fatto sull'età del pubblico è abbastanza scontato, i Queen sono meritatamente famosi da 30 anni e anche i loro fans crescono, come quelli di Robbie... fra 20 anni anche i fans di Robbie saranno adulti, non credi??!!
Nessuno ha voluto sminuire la grandezza dei Queen nè tantomeno di Paul Rodgers che senza dubbio è bravissimo ed ha una grande esperienza, e nessuno ha voluto insinuare che Robbie potesse essere il sostituto di Freddy ma in quanto fans di Robbie che è stato chiamato in causa, ci siamo sentite in dovere ed in diritto di dare il nostro parere, semplicemente perchè lo abbiamo visto in azione sul palcoscenico, anche in cover dei Queen, e sappiamo cosa può fare.
Sono però d'accordo sul fatto che Freddie non si può sostituire e che forse il nome più adatto sarebbe Queen and Paul Rodgers.
Valentina

COMMENTO 3
Buongiorno.
Compendo perfettamente che non è il luogo adatto per dare vita ad una vero e proprio botta e risposta ma vorrei replicare al commento di Desirée Aresi, soprattutto dove afferma che Robbie Williams non sarebbe adatto a prendere il posto di Freddie, non solo per le sue "scarse" capacità vocali (e qui non voglio neanche commentare), ma anche perché i suoi concerti sono seguiti principalmente da adolescenti invasate.

Scusa ma le tue affermazioni mi fanno sorridere. Io sono una quarantenne e ti assicuro che al concerto di San Siro del 2006 c'erano più adulti che ragazzini. I suoi fansclub, soprattutto quelli esteri, sono pieni di persone mature mie coetanee.
Ma l'hai vista l'esibizione di Robbie al Royal Albert Hall? È stato applaudito da centinaia di persone dove l'età media penso si aggirasse sulla cinquantina. E questo ben sette anni fa.
Si è esibito a Knebworth davanti a 375.000 persone di almeno tre generazioni! È finita l'era del ragazzino fuori di testa che ballava con i Take That! Ora è un artista cresciuto e completo in tutti i sensi. Ultimamente ha addirittura assunto un look diverso, molto più maturo.

Robbie Williams è forse il miglior entertainer al mondo. Canta e scrive canzoni melodiche, rock, pop, swing, hip hop... e come stile si avvicina decisamente molto di più lui a Freddie Mercury che Paul Rodgers. Inoltre ha una presenza notevole... il che non guasta quando si è "on stage".
Conosco persone che hanno assistito al live dei Queen con Rodgers e mi hanno riferito che nonostante abbia cantato bene ed è visibilmente un artista con enorme esperienza, non è stato sicuramente una "presenza di scena" come avrebbe potuto essere invece Robbie Williams. E assicuro che queste persone non sono fans di Rob!
Insomma, come si dice... Rodgers... "non buca lo schermo" anche se qui non si parla di cinema o TV a ma di concerti live e forse sarebbe più giusto dire "non trasmette molto, non dà la giusta carica..".

E allora perché accontentarsi solo della qualità canora quando si può avere una voce altrettanto bella completata da un artista molto carismatico che, se pur modestamente, tenti di assomigliare al grande mito scomparso?
I Queen sono i Queen.. certo!!! È proprio per questo che nel loro gruppo dovrebbe esibirsi il massimo. Un artista completo che faccia rivivere, se pur in parte, le grandi emozioni del grande Freddie, senza avere la presunzione di rimpiazzarlo. E tutto ciò, al momento è in grado di farlo solo Robbie.
Preciso che queste non sono solo le mie considerazioni personali ma anche il pensiero di gran parte dei membri della Communty di cui faccio parte, la più grande italiana dedicata a Robbie Williams, RWItalia.
Poi alla fine... come dice il tatoo di Robbie: "Chacun à son goût"!!!!!!
Ringrazio ancora per l'opportunità che mi è stata offerta di esprimere liberamente la mia opinione.
Marika Monzani

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Miracolo a Milano Di Vittorio De Sica Fantastico Italia, 1951 Guarda la scheda del film