Magazine Venerdì 4 aprile 2008

Vivi come dormi?

Magazine - «Aprile dolce dormire», dice un vecchio adagio popolare, e proprio in questi giorni esce nelle librerie Un sonno perfetto, che ricorda che se dormire è dolce, ancora più importante è farlo in modo perfetto. Bisogna prestare molta attenzione ad una attività vitale come il sonno, e questo libo ci indica come.
Il titolo del libro è Un sonno perfetto- I segreti per riposare, dormire, vivere meglio (edizioni Sperling & Kupfer), gli autori sono Manuela Maria Campanelli, giornalista professionista scientifica, e Luigi Ferini Strambi, professore medico specializzato in psicobiologia del sonno.
Nell’introduzione si dice che il sonno è ben altro che quiete assoluta: è lo spazio vitale in cui il corpo e la mente accumulano l’energia fisica e psichica per ripartire. Così il sonno e il riposo è un’attività fondamentale per la salute e il benessere.

Con questa consapevolezza gli autori affrontano il sonno in tutte le possibili implicazioni: sociali, igieniche, culturali, psichiche, scientifiche, comportamentali, ecc.; si può affermare che nell’analizzare il sonno non è stato tralasciato niente.
Una utilità che fornisce il libro, oltre che darci la conoscenza dei molteplici disturbi che accompagnano il riposo sotto forma di sonno, è la consapevolezza che il buon sonno si impara. Sì, per vivere meglio noi possiamo imparare a dormire bene; a riposarci perfettamente.
Il sonno è per ognuno diverso, si potrebbe dire che ogni persona ha un rapporto con il sonno unico. Da questo presupposto si dipana un approfondito esame sul tema.

I dodici capitoli che compongono il completo excursus sul sonno, iniziano tutti con un racconto dove in modo creativo ed insieme concreto descrivono i vari disturbi che si possono trovare nell’affrontare il sonno.
Nel capitolo 4 - ad esempio - si affronta un sonno da…togliere il respiro: scopriamo così che sotto l’acronimo OSAS si nasconde il disturbo delle apnee ostruttive notturne. Quest’ultimo disturbo, che colpisce statisticamente di più i maschi, ha molti sintomi e per combatterlo ci viene fornito a pagina 44 l’alfabeto amico del sonno: un bel vademecum.
A pagina 204, invece troviamo la possibilità di farci un’idea del nostro sonno con due autotest: ottenuto un punteggio non allarmiamoci poiché quello sarà la base per trovare un rimedio… diversamente quale rimedio potremo prendere per un disturbo che non esiste? (pag 211).

Con strumenti di indagine scientifica, con un linguaggio piano, accessibile a tutti gli autori di questo utile libro forniscono molte informazioni per conquistare quel sonno perfetto, che è la base di uno stato di veglia salutare.
Un sonno perfetto è quello che serve per superare l’irritabilità, l’accumulo di peso, il calo delle difese immunitarie, l’affaticamento cronico e le frequenti perdite di memoria con difficoltà decisionali.
Un libro quindi completo e ricco di informazioni dalla facile lettura.

di Giorgio Boratto

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Lolo Giù le mani da mia madre Di Julie Delpy Commedia Francia, 2015 Durante una vacanza, la sofisticata Violette incontra Jean-René, un informatico un po imbranato ma amante della vita. Contro ogni previsione, i due entrano in sintonia e alla fine dell’estate Jean-René raggiunge Violette... Guarda la scheda del film