Concerti Magazine Sabato 31 marzo 2001

Parla MGZ, l'Ultimo Profeta

Magazine - Cominciamo subito con una piccola avvertenza: Mauro Guazzotti alias MGZ non è come noi. Viene da un altro mondo, dal pianeta Buruburu.
E’ atterrato nelle valli savonesi all’inizio degli anni Novanta, ma neppure lui lo ricorda con precisione.
Cosa fa Mgz sul pianeta Terra?
Al di fuori del gruppo, ognuno di noi si occupa di cose molto diverse...L’unica cosa certa è che con MGZ & Le Signore "non si campa" e per quanto mi riguarda posso dirti che esercito la professione (?!) di DJ. Insieme a Brainzuk abbiamo un progetto parallelo al live show sotto la sigla Metal Groove (come DJs appunto...), poi Bob Stones suona la chitarra con i Cardo Santo, Jan canta con i F.E.M. Ma forse chiedevi di lavori "veri"? Allora lasciamo perdere...
Progetti futuri?
Abbiamo da poco attivato il , che speriamo diffonda il verbo del profeta (cioè io!), poi dopo l’estate avremo finalmente pronti il nuovo disco con il relativo spettacolo. Attualmente stiamo poi collaborando con l’Hiroshima e il Dams di Torino, con cadenza bimestrale per realizzare serate "multimediali" - aarrgh, che brutta parola! - con videobox, SMS, tre videoproiettori, DJs set. Insomma un delirio, ma con risultati entusiasmanti.
Cosa pensi dell’attuale scena musicale terrestre?
Penso che si stia attraversando un momento un po’ fiacco e ti confesso che a volte provo più emozioni ad "entrare" virtualmente in un nuovo videogioco che ad ascoltare un nuovo CD (ho 4 console: PS 2, PS one, Nintendo 64 e Dreamcast...ah, anche il GameBoy Color). Ma forse è solo un momento così. Certo che anche il mercato discografico (soprattutto in Italy) fa passare e spinge quasi solo cloni e musica rassicurante. Insomma: che palle!
Pare che i tuoi brani siano richiestissimi su Napster. Cosa ne pensi?
Per quanto riguarda Napster vorrei ricordarti che vengo dal pianeta Buruburu: lì da noi i diritti d’autore non esistono. Buruburu è un pianeta "veramente" libero, Buruburu è vita, Buruburu è amore. Buruburu è il pianeta dell’ultimo profeta!
Ti definiresti un provocatore?
Mah, più che un provocatore mi definirei un... un... un...vabbè non mi viene... però VI AMO!
Come nascono i vostri spettacoli? E chi sono i toponi?
In genere prima componiamo i brani musicali e poi Le Signore "creano" lo spettacolo. I toponi sono Signore in incognito, preferisco non svelare altro...
Come mai non avete ancora conquistato la Terra?
Ci mancano i pezzi di ricambio per le astronavi. D’altra parte i discografici terrestri hanno paura. Per loro i nostri spettacoli sono "troppo".
Un ultima profezia?
Grigio verrà nel grande vuoto. Telepatiche visioni e poi il nulla. Solo Rogol potrà salvarsi e le mucche domanderanno: perchè?

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

La donna elettrica Di Benedikt Erlingsson Drammatico 2018 Halla è una donna dallo spirito indipendente che ha superato da un bel po' la quarantina. Dietro la tranquillità della sua routine si nasconde però un'altra identità che pochi conoscono. Conosciuta come "la donna della montagna",... Guarda la scheda del film