Magazine Giovedì 29 marzo 2001

Scaloni e giardini

Magazine - "Fatto è che non c‘è niente di più bello di questa collezione di palazzi, vera galleria monumentale che si prolunga all‘infinito. Ogni palazzo, poi è una meraviglia e ci vorrebbe una settimana per visitarlo. Ognuno è coperto, nella facciata, dei più nobili ornamenti, ognuno ha il suo peristilio di un marmo raro o di un bellissimo granito.
Quasi tutti, attraverso grandi porticati dove l‘aria e la luce dilagano in libertà, lasciano vedere scaloni magnifici sorvegliati da statue, difesi da leoni; o da animali mitologici, inoffensive sentinelle che hanno di terribile soltanto la forma.
Gli scaloni conduconi a giardini incantati, dove gli aranci, i melograni, i rosai, i gelsomini esalano profumi prestigiosi, dove le vasche, le fontane e le cascate fanno brillare tutti i loro colori spandendo freschezza e un infinito sussurro.
Questi giardini, alti sopra bei portici lasciano cadere sulla strada la polvere umida degli zampilli, il profumo dei fiori e il ricco fogliame.
Ci si chiede se Semiramide abbia voluto simili giardini a Babilonia.“

Joseph Autran Italie et Sémaine Sainte a Romein Le Strade Nuove, Genova, 1986

Vedi anche:
Leggi l'articolo

Nell’immagine: Palazzo Reale, giardino pensile con il pavimento a mosaico

di Rosanna Tripaldi

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Lontano da qui Di Sara Colangelo Drammatico 2018 Lisa Spinelli è una maestra d'asilo con la passione per la poesia, tanto che i suoi figli ormai quasi adulti la trovano trasformata dalle lezioni che sta seguendo e il marito sente di essere un po' trascurato. Lisa non è di per sé... Guarda la scheda del film