Magazine Giovedì 14 febbraio 2008

Un omaggio al mondo Disney

Magazine - Pensate a una principessa che dal magico regno senza tempo di Andalasia viene letteralmente catapultata ai nostri giorni, sbucando da un tombino di Times Square, a New York. Poi sedetevi in poltrona e sfogliate il libro: Come d’incanto il mondo musicale della fiaba scenderà a patti con la vita reale. E potrete scegliere: tra due volumi. Quello formato tascabile con copertina azzurra (Disneylibri, pagine 160, 8 Eu), con 8 pagine di immagini a colori tratte dal film uscito nelle sale italiane lo scorso 7 dicembre. Oppure l'altro di lusso, di formato più grande (Disneylibri, pagine 50, 11.50 Eu), con copertina rosa e la storia di Giselle interamente illustrata con i fotogrammi del film prodotto dalla Walt Disney Pictures. Il risultato? Sarete sospesi fra il cartone animato e il live action che connota la pellicola, che si apre facendo un primo piano sul libro della fiaba, proprio come Biancaneve, Cenerentola e La bella addormentata.

Pagina dopo pagina viene sfogliato dal vento anche se, nella versione originale, in sottofondo emerge la voce narrante di Julie Andrews. La storia? Un omaggio al mondo Disney. I riferimenti a cose o a fatti, nomi o a tratti di narrato, credo siano assolutamente non casuali. Seppur scegliendo poi particolari diversi, la vicenda segue l'idea messa in scena dal telefilm Biancaneve a Beverly Hills. Il nome del principe? Edward: lo stesso dato a Richard Gere in Pretty Woman. L'arma bianca conficcata al centro della sala da ballo in conclusione? Omaggio a Re Artù e a La spada nella roccia. Nella scena della sala da ballo Robert indossa lo stesso tipo di costume del protagonista de La bella e la bestia, di cui spicca la rosa magica: ricordate il fiore dentro a un coperchio di vetro? Nella casa di Giselle si vede proprio questo dettaglio, chi ha visto il film lo ricorderà.

E che dire della Sirenetta? Il principe Edward calza il medesimo abito scelto per la statua del principe Eric. Giselle? È ricalcata sul personaggio di Amy Adams. E le citazioni non finiscono qui. Ma nulla cambia alla gradevolezza del racconto. Corre via veloce, dinamico, calandoci in una favola del Terzo Millennio con i caratteri senza tempo della fantasia. Sarà per queste pagine con i fotogrammi tratti dalla pellicola cinematografica. Sarà per il colore violetto della carta. Sarà per il carattere tipografico che non stanca la lettura. Ma entrambe i libri sono destinati a ricoprire il ruolo della copertina d Linus, da tirar su quando vogliamo sentirci riscaldare dai pensieri dolci e armoniosi.

Consigliato senza età, lascia solo il posto a Trilli e la bacchetta magica (Disneylibri, pagine 206, 15 Eu), scritto da Gail Carson Levine e illustrato da David Christiana. Una nuova avventura ambientata nel magico mondo delle fate dell'Isola-che-non-c’è, insieme a Trilli, Mamma Colomba, Rani, Soop e ancora altri personaggi. Un secondo capitolo di una fiaba dove solo la bacchetta magica può placare la rabbia della sirena e solo le fate dei Grandi Desideri possono donare la bacchetta per le fatine. Un lungo viaggio nel mondo dei desideri. Tra polvere e non pelucchi incantati. Tra lacrime e gusci di vongola, un volacesto e la follia di dissolversi. Un volume che gli appassionati del Peter Pan nato dalla fantasia di James M. Barrie non mancheranno di leggere con animosità, ma che anche le fanciulle sapranno guardare con gli occhi dell’incanto. Perché si legge come un battito d’ali di farfalla. La storia è leggera e divertente, irreale e irriverente, e rende omaggio al pensiero dell’autrice, secondo cui Wendy aveva fatto un grande errore abbandonando un posto come l’Isola-che-non-c’è. Ideale per chi non vuole crescere, ha illustrazioni che sembrano bagnate dalla spuma.

di Roberta Maresci

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Il castello Di Rod Lurie Azione/Drammatico Usa, 2001 Un generale condannato al carcere militare, un colonnello aguzzino, uno scontro in crescendo tra due personalità. Nei panni del generale, Robert Redford torna ad emozionarci in un film ad altissima tensione. Guarda la scheda del film