Magazine Mercoledì 13 febbraio 2008

La posta del cuore

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Magazine - Tradimento

Lei mi ha tradito. Adesso è tornata da me non so se la devo perdonare! Io la amo da morire ma ho tanta paura. Sono sei mesi che ci siamo lasciati e sta venendo a piangere da me, strisciandomi ai piedi. Cosa devo fare? Se mi sta prendendo in giro, come faccio a saperlo?

Fidarti, caro tradito, oppure lasciarla.
Questo è uno dei pochi casi in cui non ci sono vie di mezzo o sfumature possibili. Vivere con il dubbio costante di un altro tradimento ti renderebbe la vita intollerabile; vivere sospettandola di continuo di un altro tradimento, le renderebbe la vita intollerabile. Quindi prima di decidere pensaci bene: pensa al passato, rifletti sui suoi comportamenti e sul vostro amore. Dovresti conoscerla, anche se non mi dici da quanto stavate insieme, quindi dovresti essere in grado di capire da solo se lei ha voluto conoscere un po’ il mondo prima di prendere una decisione definitiva, se è stata lasciata a sua volta ed è tornata da te perché non sa stare sola, se si è messa alla prova in un modo un po’ immaturo e ha trovato la risposta che non ha saputo cercare in sé stessa, cioè che sei tu l’uomo giusto.
Vedrai che se ci pensi un po’ su, la soluzione arriverà da sola. Fidati del tuo giudizio. Ma attenzione, se torni con lei non vendicarti, non assillarla, non starle addosso, non controllarla, ingoia e basta. Altrimenti sarà impossibile ricostruire un rapporto solido.
Coraggio e auguri,
Antonella

Confusione

Salve,
è la prima volta che scrivo ma ho consultato molto le vs. lettere. Con la mia ragazza da tempo le cose non andavano bene, non era serena e spesso scaricava su di me i suoi disagi, fondandoli sul fatto che il nostro rapporto non andava bene e lei non si sentiva piena e non era felice. Per molti aspetti io non ho saputo ascoltare alcune sue esigenze e per altri lei non ha mai affrontato alcuni suoi problemi tipo la distanza dalla sua famiglia, dai vecchi amici e dalle vecchie abitudini.
A settembre scorso mi confessò che provava dei sentimenti per un altro e che era confusa. Decisi di starle vicino e le cose sono andate bene fino a novembre scorso, poi iniziarono nuovamente dei problemi. Questo altro, per vari motivi, la chiamava anche in mia presenza ed io discutevo con lei per questo. Verso la fine dell'anno una delle solite liti ci ha divisi; lei ha raggiunto i parenti per le vacanze ed ha frequentato questo ragazzo alcune sere. Torna, mi confessa che con lui è stata bene e che è anche successo che ha fatto sesso con lui. Ora è qui con me, non stiamo insieme, io cerco di starle lontano perché dice di essere confusa e che deve capire cosa vuole veramente dalla sua vita.
Dice che di me gli piacciono un mondo di valori che l'altro sa di non potergli offrire, ma che con l'altro si diverte, si sente bene e gli piace. Io le sono rimasto vicino i primi giorni in cui è tornata, c'è stato anche qualcosa ma di molto freddo tra noi. Ora mi dice che si sente bloccata nel fare sesso con me, anche se con me si è sentita bene e che ha bisogno di molto tempo per capire.
Dice che se torna con me vuole tornare senza aver nessun'altro in testa, che questa situazione l'ha creata lei e che lei ne vuole uscire da sola. Capisco anche che a lei non va tanto di non vedermi e sentirmi e balenava anche l'idea di fare un viaggio insieme e di vedere se in lei potrebbero rinascere i sentimenti forti che provava per me un tempo. Ora ci sentiamo poco e ci vediamo ancora meno. A lei va bene vedermi o sentirmi, ma dice che vuole stare tranquilla e non vuole che io stia male se tra noi ci potrà essere solo una sorta di amicizia. Che devo fare? In cuor mio sento di volerle stare vicino senza opprimerla; di vederla di tanto in tanto senza chiederle nulla. Altri amici mi dicono di staccare del tutto e di sparire e che se vorrà mi cercherà lei. Non so davvero che fare anche perché per me non sentirla e non vederla è davvero molto difficile e mi rendo conto di cercarla tanto dentro di me.
Che devo fare? grazie della cortese attenzione.
Luigi

Caro Luigi,
nel tuo caso la frase che mi ha dato da pensare è questa: «Dice che se torna con me vuole tornare senza aver nessun'altro in testa, che questa situazione l'ha creata lei e che lei ne vuole uscire da sola». È vero che appartengo a una generazione molto meno individualista della vostra, ma credo che la parola coppia sia uguale per tutti. Come scrivi saggiamente i presupposti perché finisse così, li avete creati in due. E se volete ricostruire dovrete farlo in due.
Dovrete mettere alla prova in modo maturo la vostra resistenza e la vostra volontà di rimanere insieme, altrimenti lascia perdere. Come ho già scritto molte volte, tenere in piedi una coppia è un lavoro. Cominciate subito, perché col passare del tempo incontrerete difficoltà ben più serie. Oppure, se hai la sensazione che lei stia cercando di stancarti perché non è tanto coraggiosa e non vuole assumersi la responsabilità di troncare, ascolta i tuoi amici. Mi dispiace concludere che non condivido il tuo progetto di starle vicino senza assillarla, credo che dovresti chiederle di scegliere e iniziare il duro lavoro –anche se lei non mi sembra tanto portata…– oppure lasciar perdere. Ha fatto il guaio e vuole uscirne sola? Non è così che funziona la vita a due, se vuole uscirne da sola, sappia che rimarrà sola, non avrà la riserva a cui aggrapparsi.
Ti auguro di essere abbastanza e forte e, se tutto va bene, resistente,
Antonella

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Soldado Di Stefano Sollima Azione U.S.A., Italia, 2018 Nella guerra alla droga non ci sono regole. La lotta della CIA al narcotraffico fra Messico e Stati Uniti si è inasprita da quando i cartelli della droga hanno iniziato a infiltrare terroristi oltre il confine americano. Per combattere i narcos l’agente... Guarda la scheda del film