Magazine Giovedì 29 marzo 2001

La chiesa di San Siro

Magazine - La Chiesa di San Siro (1585-XVII sec.), con prospetto neoclassico di Carlo Barabino (1821), ha un interno a tre navate con altare maggiore del Puget (1670), decorazioni a stucco e affreschi di Giovan Battista e Tommaso Carlone, tele del Piola, del Lomi e del Pomarancio.

“San Siro dei teatini mi è piaciuto molto (...) per la sua architettura di colonne accoppiate, altissime e tutte di un pezzo, e per l’altare maggiore in pietra dura.
Tutte le pareti in tutte le chiese sono affrescate, ed in genere assai male affrescate, a parte le scene architettoniche.
Fa eccezione alla regola l’Esaltazione della Croce, dipinta sulla Chiesa di cui parlo da Carlone; il pulpito, fatto di tasselli di marmo, si salva anch’esso dal cattivo gusto del quale ora vi parlerò.
I giardini dei padri teatini sono a forma di anfiteatro molto ripido; in cima, a prezzo di molta fatica, si può godere di un bellissimo paesaggio”.

Charles de Brosses
Lettres Familières sur l‘Italie, 1739-1740



“La Chiesa di San Siro è anch’essa piuttosto bella.
Il soffitto è affrescato con pitture bruttissime: inoltre è una vera sciocchezza aver dipinto case in cielo e persone che sono martirizzate”.

Charles Louis de Secondat de Montesquieu
Voyage en Italie, Bordeaux, 1894-1896

di Rosanna Tripaldi

Potrebbe interessarti anche: , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male

Oggi al cinema

Silence Di Martin Scorsese Drammatico U.S.A., 2016 Nel XVII secolo, due missionari gesuiti intraprendono un viaggio in Giappone ricco di insidie per ritrovare il proprio mentore e indagare su presunte persecuzioni religiose. Guarda la scheda del film