Magazine Giovedì 3 gennaio 2008

Till the End: un libro che pare un film

Roberto Ruggiero, per gli amici Rod, ha 42 anni e vive in una cittadina in provincia di Torino. Oltre a scrivere, ama l'arte in tutte le sue forme: la pittura, la scultura su legno e pietra, la musica (ha composto canzoni e colonne sonore). È poi appassionato di psicologia, affascinato dalla fisica quantistica ed i suoi risvolti filosofici. Tra le attività da lui svolte, quella di traduttore dall'inglese. Ma si è occupato anche di marketing e di commercio elettronico.

Till The End è il suo primo romanzo ed è scritto come la sceneggiatura di un film: la sua trama mescola la tensione del thriller al romaticismo e alla velata sensualità dei sentimenti e delle storie d'amore.
Sul sito di Roberto, www.robertoruggierorod.com si trova un'ampia selezione di passi del romanzo, in modo da leggerlo e valutarlo prima di decidere se acquistarlo.
Di seguito ne pubblichiamo la prefazione.

La crudeltà è come un seme sepolto nelle profondità di un vaso senza fondo, come un figlio custodito gelosamente dalle tenebre e dal gelo, mentre il mondo ignaro vede alla luce del sole soltanto l’erba ed i fiori, gli alberi ed i sentieri.
Ma durante le notti interminabili, quando l’oscurità avvolge le stelle e scoccano violenti, impietosi lampi, alle volte quei neri semi mettono radici contorte e lunghe e crescono verso l’alto, verso la luce, come se volessero sfidare le creature del sole. In quei momenti noi, che scorgiamo i segni di queste nere presenze, diventiamo bambini impauriti ed istintivamente vorremmo nascondere la testa in un morbido cuscino e poi pregare che il buio svanisca come nebbia e torni presto il velluto trapunto.

Se l’anima pura che palpita resisterà al desiderio di scalpitare e fuggire, se riuscirà a mantenere gli occhi aperti, o forse socchiusi, dopo le tenebre scorgerà l’ala dell’angelo.
Talora, sul fondo del liquame più denso, quando si capovolge il mondo, si scoprono purissime gocce di cielo.
di Roberto Ruggiero 'Rod'

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Hannah Arendt Di Margarethe Von Trotta Drammatico Germania, Lussemburgo, Francia, 2012 Scappata dagli orrori della Germania nazista, la filosofa ebreo-tedesca Hannah Arendt nel 1940 trova rifugio insieme al marito e alla madre negli Stati Uniti, grazie all'aiuto del giornalista americano Varian Fry. Qui, dopo aver lavorato come tutor universitario... Guarda la scheda del film