Magazine Giovedì 3 gennaio 2008

Till the End: un libro che pare un film

Roberto Ruggiero, per gli amici Rod, ha 42 anni e vive in una cittadina in provincia di Torino. Oltre a scrivere, ama l'arte in tutte le sue forme: la pittura, la scultura su legno e pietra, la musica (ha composto canzoni e colonne sonore). È poi appassionato di psicologia, affascinato dalla fisica quantistica ed i suoi risvolti filosofici. Tra le attività da lui svolte, quella di traduttore dall'inglese. Ma si è occupato anche di marketing e di commercio elettronico.

Till The End è il suo primo romanzo ed è scritto come la sceneggiatura di un film: la sua trama mescola la tensione del thriller al romaticismo e alla velata sensualità dei sentimenti e delle storie d'amore.
Sul sito di Roberto, www.robertoruggierorod.com si trova un'ampia selezione di passi del romanzo, in modo da leggerlo e valutarlo prima di decidere se acquistarlo.
Di seguito ne pubblichiamo la prefazione.

Magazine - La crudeltà è come un seme sepolto nelle profondità di un vaso senza fondo, come un figlio custodito gelosamente dalle tenebre e dal gelo, mentre il mondo ignaro vede alla luce del sole soltanto l’erba ed i fiori, gli alberi ed i sentieri.
Ma durante le notti interminabili, quando l’oscurità avvolge le stelle e scoccano violenti, impietosi lampi, alle volte quei neri semi mettono radici contorte e lunghe e crescono verso l’alto, verso la luce, come se volessero sfidare le creature del sole. In quei momenti noi, che scorgiamo i segni di queste nere presenze, diventiamo bambini impauriti ed istintivamente vorremmo nascondere la testa in un morbido cuscino e poi pregare che il buio svanisca come nebbia e torni presto il velluto trapunto.

Se l’anima pura che palpita resisterà al desiderio di scalpitare e fuggire, se riuscirà a mantenere gli occhi aperti, o forse socchiusi, dopo le tenebre scorgerà l’ala dell’angelo.
Talora, sul fondo del liquame più denso, quando si capovolge il mondo, si scoprono purissime gocce di cielo.

di Roberto Ruggiero 'Rod'

Potrebbe interessarti anche: , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani

Oggi al cinema

Ognuno ha diritto ad amare Touch me not Di Adina Pintilie Drammatico 2018 Laura non può sopportare di essere toccata. Prova anche con un giovane che si prostituisce ma non riesce a superare il suo problema. Christian soffre di una disabilità grave e parla con grande sincerità dei propri desideri in campo... Guarda la scheda del film