Concerti Magazine Mercoledì 28 marzo 2001

Quellilì, idee per ridere

Magazine - Il teatro Garage era pieno, anche se giocava la nazionale.
Sono andato a vedere “Entrate e uscite” il nuovo spettacolo dei Quellilì, per dare un’occhiata alle nuove leve della comicità genovese. Una stagione intera al Triccheballacche è già un discreto biglietto da visita –pensavo- se non altro in termini di durevolezza, capacità di rinnovarsi da una settimana all’altra.
Non mi hanno deluso.
Le idee ci sono, alcune veramente buone (non perdetevi le pubblicità dei profumi), anche la faccia. La verve, chiamatela come vi pare. Bergallo e Barbini, le colonne portanti del gruppo, improvvisano spesso, divertendosi e divertendo.
Trattengono a stento le risate, viene da pensare a Boldi e Teocoli dei tempi d’oro quanto a capacità di far ridere solo per la simpatia. Gli altri ruotano intorno a loro. Federico Bagnasco -il più musicista- ha il suo spazio, e lo gestisce bene (molto bello il “notturno per contrabbasso solo”), Giannini, Monforte, Sudero e la Pacini stanno ancora gravitando: promettono bene, ma sembra si stiano facendo le ossa.
Sulla lunga distanza –le due ore dello show- si sente uno squilibrio fra di loro e il duo Bergallo-Barbini, e persino fra gli ultimi due.
Barbini non ha l’istintiva, fortunata follia del socio. Per questo ha lavorato, ha costruito personaggi, ed il lavoro dà i suoi frutti. Il suo "Body Don" e "Alex" il discotecaro che parla come Leopardi vanno diritti a segno. Bergallo è sempre comunque se stesso, vive di rendita su di una -grande- simpatia istintiva. Lo invidio sinceramente: vorrei essere altrettanto personaggio, ma ogni tanto si accontenta, potrebbe fare di più.
Morale: c’è ancora un po’ da lavorare, ma mi sono divertito.
E in barba a qualche chiusa banale, qualche passaggio scorretto, il loro cabaret è divertente. Persino il “mago Bellano” (fantomatico prestigiatore che fa del cognome una professione), un personaggio inaccettabile, finisce per trascinare. La gente applaude, sono tutti contenti.

Potrebbe interessarti anche: , Mahmood vince Sanremo 2019 con il brano Soldi. Secondo posto per Ultimo, segue Il volo , Sanremo 2019. Testi e pagelle delle canzoni in gara , Sanremo 2019: Zen Circus con L'amore è una dittatura. Testo e pagella , Sanremo 2019: Ultimo con I tuoi particolari. Testo e pagella , Sanremo 2019: Simone Cristicchi con Abbi cura di me. Testo e pagella

Oggi al cinema

Crucifixion Il male è stato invocato Di Xavier Gens Thriller 2017 Romania, 2004. Una ragazza esagitata, Adelina, viene sottoposta a un esorcismo da padre Dumitru con l'assistenza di alcune suore. La ragazza muore e il sacerdote e le suore vengono arrestati, accusati di omicidio. La giovane giornalista americana Nicole... Guarda la scheda del film