Concerti Magazine Venerdì 23 novembre 2007

Sligge: ancora musica d'autore a Ovada

Il prossimo appuntamento con la rassegna musicale Sligge d’Autore - di cui mentelocale.it è media partner - è giovedì 29 novembre, ore 21.00 presso la Sligge Factory di Ovada, con Roberta Barabino, cantautrice melodica e spirituale, la cui voce rassicurante e le musiche acustiche richiamano gli anni ’60 americani e la beat generation, Gennaro Esposito (in arte Zazza) che definisce il suo genere un minestrone per la varietà con cui spazia dalla samba al valzer passando per la rumba e il flamenco, e Fabrizio Consoli, cantautore milanese e musicista affermato che ha calcato il palcoscenico con grandi artisti italiani (Cristiano de Andrè, Mauro Pagani, Eugenio Finardi, PFM).

Magazine - Porte aperte nello Spazio in Scalinata Sligge del gruppo Due Sotto l’Ombrello. La rassegna è arrivata alla seconda serata e decisamente non manca l’ospitalità da parte degli artisti che coabitano all’interno dell’ex biscottificio. Non ci sono, come previsto in calendario, i Getrò, ma sono sostuiti da un altro gruppo di giovani: gli Almeno il Doppio nascono sul finire degli anni ’90 come garage band di chiara (oserei dire chiarissima) ispirazione rock intralciata, qua è là, dal pop e dallo ska.
Viene voglia di ballare (ed io lo faccio) mentre batte il ritmico della batteria e delle percussioni di Roberto Scali (Zibby) che accompagna il basso di Davide Fraccavento (Biste), la chitarra di Simone Besutti, i suoni gutturali di Francesco Pantile e la voce solista di Stefano Cannatà.
Il gruppo suona pezzi propri, gira per i locali genovesi, partecipa a diversi concorsi. distinguendosi al Trimi’s Festival di Casalecchio di Reno e a Ritmi Globali Europei a Treviso.

In serata si esibisce anche Valentina Amandolese, ventiseienne genovese, vincitrice, quest’anno, del concorso Cercatalenti organizzato dal Comune di Genova e dalla Biblioteca Berio, selezionata per il Music village e contattata dall’etichetta Peteran Records che la inserisce in una compilation Pet2. Attualmente sta ultimando il suo muovo album, si chiama Osmosi ed esiste già una sua prima versione in homerecording. Accompagnata da Claudio Lisci al basso e da Igor Mazzetti alla batteria, la voce di Valentina incanta, porta là dove è chiaro il passaggio fra il tangibile e l’emozione, dove il suono è melodia anche quando diventa più irrequieto.

Fra una birra ed il via vai del pubblico che si confonde fra i colori ospitali dell’arredamento, mi godo anche le Cinnamomo: Cristina Nicoletta alla chitarra e alla voce e Francesca Traverso alle tastiere. Scopro anche che si conoscono da quindici anni e che il loro percorso si prefigge come obiettivo di usare tutti i linguaggi visivi contemporanei amalgamandoli alla musica. La chitarra è il loro strumento principe, tengono a rimanere minimali, ma allo stesso tempo sono affascinate dalla cooperazione con altri strumenti.
Immerse nelle loro scorribande elettriche, alla domanda Progetti per il futuro? rispondono «Progetti? Cosa sono?».

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Soldado Di Stefano Sollima Azione U.S.A., Italia, 2018 Nella guerra alla droga non ci sono regole. La lotta della CIA al narcotraffico fra Messico e Stati Uniti si è inasprita da quando i cartelli della droga hanno iniziato a infiltrare terroristi oltre il confine americano. Per combattere i narcos l’agente... Guarda la scheda del film