Magazine Giovedì 22 marzo 2001

Il giro di vite di Henry James

In Il giro di vite (Rizzoli, 1997 Milano, £.15.000, 246 pag.), Henry James scrive:

L’ho ancora nelle orecchie, la pronuncia di quel nome che era insieme la sua resa suprema e il riconoscimento della mia devozione. "Che importanza può avere adesso, mio tesoro? Che cosa potrà più importare? Io ti ho ma lui" questo lo lanciai alla bestia "ma lui ti ha preso per sempre". E per dimostrare la mia opera: "Là, là" dissi a Miles.
Ma lui si era già voltato di scatto, e di nuovo guardava, scrutava e non vedeva che la limpida luce. Colpito da quella perdita di cui ero così orgogliosa, emise il grido di una creatura scagliata oltre un abisso, e la morsa con cui lo strinsi avrebbe potuto bloccarlo nella caduta. Lo afferrai, sì, lo tenni, si può immaginare con quanta passione; ma in capo a un minuto cominciai a capire che cosa stavo veramente tenendo. Eravamo soli nella luce tranquilla, e il suo piccolo cuore, ormai liberato, era fermo.

Nicla Vassallo
di Annamaria Tagliafico

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Quasi nemici L'importante è avere ragione Di Yvan Attal Drammatico, Commedia Francia, 2017 Neïla Salah è cresciuta a Créteil, nella multietnica banlieu parigina, e sogna di diventare avvocato. Iscrittasi alla prestigiosa università di Panthéon-Assas a Parigi, sin dal primo giorno si scontra con Pierre Mazard, professore celebre per i suoi... Guarda la scheda del film