Magazine Venerdì 21 settembre 2007

Lettino virtuale: lo psicologo risponde

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Gentile Ventura,
mi chiamo Marco e ho 25 anni. Dall'età di 16 anni sono stato assieme ad una ragazza di due anni più giovane di me. Abbiamo condiviso tutto ed ora, dopo un periodo che definirei di crisi, di monotonia, ha voluto prendere il largo dicendomi solo che non è più in grado di amarmi.
Ho saputo da altre persone che lei non ha nessun'altro e che ogni tanto parla di me con gli amici e chiede come sto e cosa faccio. Molti dei miei amici dicono che non devo né sentirla né starle più di tanto dietro ed avere pazienza, che il tempo faccia il suo corso. Io però non ci riesco. Solitamente riesco per qualche giorno e poi le mando un sms o le telefono per dirle quanto mi manca... Sono passati quattro mesi da quando ci siamo allontanati e da quel giorno non è mai cambiato niente... non so veramente come comportarmi e volevo anche sapere da una persona più esperta se devo mettermi il cuore in pace perché non tornerà mai più, o se posso ancora sperare.
Grazie.


Lei pone una domanda semplice, che però non ha una risposta altrettanto semplice. Come ho più volte detto l’amore è una variabile impazzita e proprio per questo non ci sono regole o consigli, oppure previsioni che possano andare bene per tutti e in ogni occasione.
Quindi credo che lei dovrà mettersi il cuore in pace, perché non tornerà mai più come prima ed allo stesso tempo credo che lei possa ancora sperare di ricominciare una nuova storia con la sua amata.
E le dico questo, che sembra un gioco di parole ed invece è una risposta alla complessità delle relazioni, perché mi sembra che lei non sembra essersi accorto che, al di là degli affetti che sembrano ancora esserci, quello che può andare bene a 14 e 16 anni potrebbe non andare bene a 23 e a 25 anni e che, all’interno di una coppia (specie se giovane, ma vale a tutte le età) dovrebbe esserci più passione che non monotonia. Quindi credo che oggi, più che come un ex fidanzatino deluso, lei dovrà provare a riproporsi come un venticinquenne che cerca di conquistare una ventitreenne. E non mi chieda come. Lo dovrà fare a modo suo e con il suo stile. E potrebbe anche andarle bene. O forse no. O forse, chissà, è proprio così che dovevano andare le cose.

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , «Il mio ragazzo guarda film porno, ma non fa sesso con me» , Paura di sposarsi: i dubbi di una ragazza, la risposta dello psicologo , «Ho chiamato il mio compagno con il nome del mio ex: Cosa c'è che non va?» , Una donna ossessionata dal pensiero di essere lesbica chiede aiuto: il consiglio dello psicologo , «Mamma secondo te sono lesbica?»: la domanda di una figlia i dubbi di una madre

Oggi al cinema

Lontano da qui Di Sara Colangelo Drammatico 2018 Lisa Spinelli è una maestra d'asilo con la passione per la poesia, tanto che i suoi figli ormai quasi adulti la trovano trasformata dalle lezioni che sta seguendo e il marito sente di essere un po' trascurato. Lisa non è di per sé... Guarda la scheda del film