Concerti Magazine Giovedì 16 agosto 2007

Elvis Presley, 30 anni fa la scomparsa

Magazine - Sono passati trent’anni da quando Elvis Presley se n’è andato. Il 16 agosto 1977 medicine e droghe misero fine all’intensissima vita di The King nella sua dimora-monumento Graceland. Eppure, come spesso succede alle persone grandi, il Re del Rock and Roll ha avuto un’esistenza tormentata, e una fine triste.

La casa di Tupelo dove Elvis è nato era composta da una sola stanza. Niente bagno. Miseria nera. Origini Cherokee, più povero persino di molti neri (che non se la passavano benissimo), ha saputo mischiare tutte le sfighe che un uomo poteva avere in quegli anni per tramutarle in oro.
La sua stella scoppia nel 1954. Alla Sun Records di Memphis, dove nel frattempo si era trasferito, pagando un dollaro si può registrare un disco. Elvis deve fare il regalo di compleanno alla madre, cosa c’è di meglio che cantarle due canzoni? Finisce per strappare un contratto al discografico Sam Philips, che si accorge subito del suo genio. Solo un anno dopo Philips è costretto a vendere Presley alla RCA (a peso d’oro) perché non riesce a seguire il ritmo delle vendite. Blues, country, ritmi sfrenati e melodie struggenti diventano gli ingredienti di base di una formula unica. Insieme, ovviamente, al movimento di bacino. The Pelvis.

Tra il 1956 e il 1977, solo tre anni ha mancato la Top 20 di Billboard. Dopo la parentesi cinematografica (non all'altezza del suo lato musicale) degli anni Sessanta, all'inizio dei Settanta ritorna alla grande sul palco. Nel 1973 si esibisce a Honolulu: il live Aloha from Hawaii è visto via satellite da oltre un miliardo di persone, più dello sbarco sulla luna. Il disco registrato da quel concerto sarà il primo a superare il milione di copie vendute. Elvis guadagna ancora oggi tantissimo: circa 46 milioni di dollari tra il 2005 e il 2006. Solo Kurt Cobain ha fatto meglio nello stesso periodo. E poi ci si stupisce se qualcuno pensa che siano ancora vivi.

A proposito di quest’ultimo fenomeno, sempre su Wikipedia esiste la voce Avvistamenti di Elvis Presley. Lì si legge - tra l’altro - che esiste una Elvis Sighting Society a Ottawa. Accanto si trovano tutte le maggiori citazioni della morte di Elvis in televisione e al cinema. Nemmeno quelli di X -Files credono alla sua morte. Fox Mulder in una puntata dice: "Solo una persona è riuscita a fingere la propria morte con successo: Elvis". E lui di misteri se ne intende.

Intanto c'è un pellegrinaggio in piena regola dalla parti di Memphis. E nonostante Elvis si sia esibito solo cinque volte fuori dagli Stati Uniti (in Canada) arrivano migliaia di fan e imitatori da tutto il mondo: Inghilterra, Nuova Zelanda, Giappone, Francia.
Alcuni, però, temono la spettacolarizzazione del suo mito. Chi detiene i diritti della Elvis Presley Company, infatti, è all'85% Robert Sillerman, già proprietario del nome di Mohammed Alì e dello show televisivo American Idol. Nei suoi piani ci sono musei interattivi, circhi, hotel, casinò. «Non diventerà un'altra Disneyland - dice Priscilla Presley, l'ex moglie - si tratta solo di crescere, come ha sempre voluto fare anche Elvis».
Occhio a non crescere troppo.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Il tuo ex non muore mai Di Susanna Fogel Commedia U.S.A., 2018 Due amiche del cuore si ritroveranno improvvisamente e involontariamente coinvolte in un roccambolesco complotto internazionale. La causa di tutto? Un ex... come al solito! L’ex fidanzato di Audrey, spia in incognito, ritorna dal passato in cerca... Guarda la scheda del film