Magazine Giovedì 9 agosto 2007

Dylan Dog Color Fest

In casa il colore è da sempre stato l’eccezione alla regola delle chine, l’evento straordinario con cui celebrare un traguardo importante come la cifra tonda. Nelle stanze di , invece, da qualche anno a questa parte, la festa del colore è diventata un’affascinante tradizione con cui premiare la fedeltà dei lettori e per celebrare un successo editoriale che, invece che calare, cresce.
Per questi motivi, ad un solo mese dal numero 250, ecco che nelle edicole appare un numero speciale, unico ma non irripetibile – visto che avrà la cadenza annuale – che fa del colore il suo elemento caratteristico, tanto che Tiziano Sclavi ha deciso di chiamare la nuova collana Dylan Dog Color Fest.

Per questo numero speciale, 132 tavole a 4,80 Eu, vale la regola per cui sceneggiatori e disegnatori possono sbizzarrirsi mostrando la loro personalissima interpretazione del personaggio Dylan Dog.
La Dylan-festa comincia già dalla copertina, realizzata da – uno dei migliori disegnatori al mondo dell’olimpo di eroi a stelle e strisce – che in questa occasione mostra tutto il suo talento cimentandosi con il personaggio italiano più amato da almeno tre generazioni di fumettofili. Il risultato è un lavoro interessante diviso in quattro storie diverse, originali e decisamente fuori dal comune.

Dal punto di vista grafico le storie contenute nello speciale sono assolutamente da sfogliare e ri-sfogliare. Le sceneggiature sono opera di autori finora estranei alla Dylan-saga, come Giovanni Gualdoni, Roberto Recchioni, Tito Faraci e Giovanni Di Gregorio. Per le tavole si è ricorso a Bruno Brindisi e allo per il colore, in un sodalizio che si rinnova dopo lo straordinario numero 250 - 94 tavole in cui perdersi per intensità e bellezza, da consigliare - ma non solo. Perché ai pennelli si sono cimentati anche Massimo Carnevale, Davide Gianfelice e Gianpietro Casertano.
Gli autori si sono divertiti a giocare col personaggio che, perso tra le vie dei colori, risulta uguale eppure diverso da quello che siamo abituati a leggere a cadenza mensile.

Visto e considerato che il è il primo speciale di una serie di speciali a cadenza annuale, non ho consigli da dare per l’acquisto di arretrati. Per questo motivo, per questa volta mi limito solo a caro vecchio e sempre valido.
Buona Lettura!
di Francesco Cascione

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

L'ape Maia Le olimpiadi di miele Di Alexs Stadermann, Noel Cleary Animazione Australia, Germania, 2018 Guarda la scheda del film