Cosa vedere a teatro fuori Genova - Magazine

Teatro Magazine Venerdì 16 marzo 2001

Cosa vedere a teatro fuori Genova

Magazine - Se vi venisse voglia di uscire dalla città per gironzolare da turisti in qualche altra urbana realtà… Se passate il fine settimana a Milano, Torino o Firenze per motivi di lavoro, famiglia, o salute… Se volete trascorrere un fine settimana tra i monumenti di un'altra città… E se infine trovandovi fuori Genova, magari in provincia vi venisse voglia di fare ancora qualche kilometro e arrivare al più vicino teatro per placare la vostra astinenza da spettacolo, eccovi alcuni suggerimenti:

Aida
a cura di Eugenio Monti Colla
regia Eugenio Monti Colla
scene Franco Citterio
costumi Eugenio Monti Colla
dal 7 al 18 marzo al Teatro Studio (Milano)

Tra i lavori della compagnia “Carlo Colla e figli”, l’Aida è già un classico. Capolavoro in miniatura del magico mondo delle marionette, lo spettacolo, andato in scena nel 1991, è un’immersione nella mitologia romantica e melodrammatica, i cui personaggi sono doppiati da voci liriche del passato. Il finale è poi quello preferito dal pubblico dell’ottocento, cioè lieto; e dunque con crollo del tempio e fuga dei due amanti.

Aspettando Godot
di Samuel Beckett
traduzione di Carlo Fruttero
interpreti Jurji Ferrini, Alberto Giusta, Davide Lorino, Wilma Sciutto, Antonio Zavatteri
regia Jurji Ferrini
scene Enrico Francescon
dal 13 al 25 marzo al Teatro Litta (Milano)

Questa è un’occasione per assistere dal vivo all’accoglienza che il pubblico milanese riserva ad un giovane gruppo genovese già ampiamente applaudito in giro per l’Italia. Lo spettacolo datato 1997, è una prova difficile che i critici hanno considerato ben interpretata e diretta.

Buona notte mamma
di Marsha Norman
con Athina Cenci, Marioletta Bideri
scene e costumi Paolo Bernardi
regia Lorenzo Salveti
dal 13 al 18 marzo al Teatro della Pergola (Firenze)

Con questo testo l’autrice Marsha Norman ha vinto il Premio Pulitzer per la drammaturgia nel 1983. Nel 1986 è stato realizzato un film con Sissy Spacek e Ann Bancroft. Il lavoro della Norman era già andato in scena al Teatro Piccolo di Milano con Lina Volonghi e Giulia Lazzarini. Il regista Lorenzo Salveti con poche parole “La vita è e basta. Si vive semplicemente vivendola. Amare la vita è concretezza, pragmatismo, strategia, anche egoismo. Ma è soprattutto fantasia.” La storia tratta di una madre e una figlia che vivono nella stessa casa ma è come se non si conoscessero, la madre ha l’occasione di parlare e consigliare la figlia. Viene fuori tutto: la vita in parallelo di due donne.

I due gemelli veneziani
di Carlo Goldoni
regia Luca Ronconi
scene Margherita Palli
dal 13 marzo al 2 maggio al Teatro Grassi (Milano)

Nelle autorevoli parole di Franco Quadri: “Ronconi non fa un bis della Serva Amorosa, il suo Goldoni di quindici anni fa, ma il melange di gioco e crudeltà della pièce dà al contesto una vivezza particolare, anche per le felici scene di Margherita Palli, basate secondo un principio di Luzzati su un accumulo di mobili per rappresentare a un tempo una città e i suoi interni: una sfilata di armadi a specchio praticabili, che rifrangendo le figure moltiplicano il problema di un’identità perduta, ma favoriscono anche le comparse improvvise, trasformando questa Verona in un labirinto insensato tra i leitmotiv arrangiati da Paolo Terni per i personaggi, vestiti splendidamente da Vera Marzot e diretti nei duelli da Renzo Musumeci Greco.”

Novecento
di Alessandro Baricco
regia Gabriele Vacis
con Eugenio Allegri
dal 13 al 18 marzo al Teatro Carignano (Torino)

Avete letto il libro e fin’ora perso l’occasione di vedere questo testo sul palcoscenico nella fortunata versione di Gabriele Vacis? Ecco l’opportunità di vederlo nella vicina Torino. Per chi invece non l’avesse letto si tratta di una favolosa storia di un pianista fantasma vissuto solo sulla Virginia, piroscafo che tra le due guerre traghettava emigranti miliardari e gente di ogni specie dall’Europa all’America e viceversa (lo trovate nelle edizioni Feltrinelli, è molto breve).

Potrebbe interessarti anche: , Giudizio Universale: la Cappella Sistina secondo Marco Balich , Artisti e progetti vincitori di #UBU40 accanto a quelli di Hystrio, Rete Critica e ANCT , Turandot: la trama dell'opera, tra un principe pirlone e donne con scarsa autostima , Acqua di colonia: il colonialismo italiano secondo Frosini/Timpano , Dall'Olanda il teatro-incontro in Perhaps All The Dragons dei Berlin