Weekend Magazine Venerdì 16 marzo 2001

Un sito per il turismo regionale

www.inliguria.liguriainrete.it è il sito dell’agenzia regionale di promozione turistica ‘in Liguria’. Farci un giro significa scoprire un modo diverso di pensare il turismo in regione.
Non è infatti un mero elenco istituzionale di luoghi, indirizzi eccetera. Non è neanche il posto adatto in cui cercare un giro turistico virtuale, nonostante un bell'archivio fotografico.
In Liguria si propone piuttosto come punto di riferimento e di raccolta dati per organizzarsi un weekend diverso dal solito: vi si trovano iniziative interessanti e fantasiose, come quelle legate ai parchi culturali e alle bandiere arancioni, e un potente database della ‘Liguria che si muove’.
Il sito è facilmente navigabile: sulla sinistra un doppio menu consente di approfondire le tematiche prescelte. E’ intensamente usato il formato pdf, per cui chi non ce l’ha è invitato a scaricarsi (gratuitamente) un lettore pdf come Acrobat.
C’è ovviamente un’agenda, non mancano i classicissimi ‘itinerari’ e ‘ricette’, però salta all’occhio la cura che sta dietro al progetto quando si scopre la sezione riservata ai percorsi per disabili.
La parte più gustosa dei contenuti riguarda il secondo menu, evidenziato da bottoni azzurri. E’ da qui che si parte, al ritmo dell’adagio di Liguria.

Palestra a cielo aperto è il link adatto per scoprire con un solo click quanti e quali sport si possano fare nella nostra regione. Non solo escursionismo e trekking, ma anche orienteering, roccia, parapendio, volo a motore e bungee jumping. Non sto ad elencarveli tutti.
Alla faccia di chi pratica solo calcio...

Le bandiere arancioni sono la risposta dell’entroterra alle Bandiere Blu, assegnate alle località balneari. Per ottenerle bisogna garantire determinati standard ambientali, paesaggistici e d’accoglienza (come l’ISO 9000 per le strutture alberghiere), ma soprattutto avere le carte in regola nella valorizzazione del patrimonio storico, tradizionale e culturale.
L’idea, nata da una proposta del Sindaco di Sassello, è stata sviluppata dal Touring Club in collaborazione con la Regione. Si tratta di un progetto pilota, sperimentale e unico in Italia, che probabilmente verrà adottato a livello nazionale ed europeo.

Infine, i Parchi Culturali. Sono luoghi della mente, che nascono e s’identificano nell’opera o nella vita di uno scrittore che ha vissuto in una determinata zona.
Come il Parco Culturale Riviera dei Fiori e delle Alpi Marittime, dedicato a Italo Calvino o quelli su Giorgio Caproni - sparso fra Genova e la Val Trebbia - e su Eugenio Montale a Monterosso.

Non vi resta che cliccare e pianificare il vostro prossimo week-end!

Oggi al cinema

Sembra mio figlio Di Costanza Quatriglio Drammatico 2018 Guarda la scheda del film