Concerti Magazine Mercoledì 20 giugno 2007

Play: il festival dei dj alla Lanterna

Magazine - L'anno scorso si è svolta la prima edizione. È stato subito chiaro che l'idea era giusta. Una grande festa dedicata alla musica elettronica - una delle poche in Italia - in un posto da paura: il Parco della Lanterna di Genova. Risultato: pienone, con un pubblico di circa quattromila persone.
Quest'anno il festival Play rilancia. Sabato 23 giugno 2007, dalle 20.00, avrà luogo la seconda edizione. «Ci sono più palchi, più artisti e per lo meno quattro headliner», dice Pier Cozzolino di Arci Genova. Per dare un'idea: Goldie, uno degli esponenti di spicco della musica dance mondiale, inventore di jungle e drum’n’bass; Alex Ghopher, il padre della scena house francese (il cosiddetto french touch; il gruppo rap italiano Assalti Frontali; e Spiller, dj italiano di origine ma conosciuto nel mondo.
«La musica è un elemento importante della nostra attività - dice Gabriele Taddeo, presidente di Arci, l'ente organizzatore - e quest'anno si inserisce nel calendario di eventi che celebra il cinquantenario della nostra associazione». Si tratta della rassegna 1957-2007: cinquantanni di Arci, cinquant'anni di politica associativa, che prosegue per tutta l'estate.

In realtà il Play parte venerdì 22 giugno, con un'anteprima da levarsi il cappello. Dalle 23.00, al (Porto Antico), metterà i dischi Iana Himnia, veterana delle consolle di mezza Europa.
Sabato 23 tutti sotto il faro. Cinque gli stage su cui, a partire dalle 20.00 e fino alle 3.00, si esibiranno una ventina di ospiti. Accanto ai big una schiera di artisti italiani, stranieri, e genovesi: da Silentalk ad Alfa Romero, e poi , , , Rocktone Rebel, SARS.

Nello spazio Play.ARS si darà via libera alla videoarte con installazioni a cura di Manuela Esposito e In Arte di Stefano Chiantera. Ci sarà anche l’associazione di cinefili Effetto notte, con una minirassegna dal motto: Contro ogni ipocrisia. Quello che non ci fanno vedere. Verranno proposti i film Arna’s Children (Israele-Palestine 2003) di Juliano Mer Khanis; The Iron Wall (Palestina, 2006) di Mohammed Alatar e La verdad in frente al mundo (Italia, 2006) di Roberto Di Fede.
L’ingresso alla manifestazione costa 13 euro (11 per i soci Arci con tessera).

Nel frattempo giovedì 21 giugno ha luogo un'altro evento legato al cinquantenario dell'Arci. Daniele Vicari, regista di Il mio paese - vincitore del David di Donatello - presenterà il film in anteprima a Genova, presso la Multisala America (via Colombo).

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Non ci resta che vincere Di Javier Fesser Commedia 2018 Marco Montes è allenatore in seconda della squadra di basket professionistica CB Estudiantes. Arrogante e incapace di rispettare le buone maniere viene licenziato per aver litigato con l'allenatore ufficiale durante una partita. In seguito si mette... Guarda la scheda del film