Concerti Magazine Lunedì 11 giugno 2007

Sarà un Vasco a 80 decibel

Magazine - Se vi fate una passeggiata diurna nella prima periferia milanese, le vostre orecchie sono accarezzate da un rumorino di fondo di circa 72 decibel. Di notte il valore scende di molto poco: 68. Se poi volete esagerare e vi fate un salto in metropolitana, le cifre si alzano senza pietà: un’analisi Asl ha misurato, nel 2006, un picco di 94,3 dB sulla linea gialla, tra San Donato e Maciachini (tanto per capirci, un martello pneumatico in funzione sta sui 100 dB).

No, non sto parlando di inquinamento acustico o studi scientifici sui danni che questo provoca, ma della nuova deroga ai decibel per Vasco. A pochi giorni dai concerti milanesi del rocker più famoso d’Italia – 21 e 22 giugno - c’è chi ha pensato - il Comitato SanSirovivibile - di presentare ricorso al Tar per chiedere la sospensiva della delibera che deroga ai decibel sui concerti estivi (80 dB nel caso di Vasco). Il motivo della sfuriata? «Il Comune - si legge sul Corriere della Sera di sabato 9, che sintetizza le parole dei contestatori - prima di derogare ai decibel per i concerti, doveva chiedere necessariamente il parere dell’Asl su eventuali danni alla salute per i residenti». A rispondere ci ha pensato l’assessore allo Sport e Tempo Libero del Comune di Milano, Giovanni Terzi: «I concerti non sono un’emergenza sanitaria, come dice la stessa Asl, ma semplicemente un fastidio». Un fastidio di circa due ore per qualche serata estiva (in questo caso il concerto finirà alle 23, mezz’ora prima del previsto): uno sforzo sopportabile, pena una "città dormitorio", come afferma lo stesso Terzi. Voi cosa preferite?

Ma i 140 mila fans muniti - ormai da mesi - dei biglietti per le date milanesi stiano tranquilli: è difficile che il concerto salti (sebbene il Tar si pronuncerà solo il 19 giugno) per le lamentele di 11 residenti incazzati (che al massimo, giusto per rimanere in tema, possono rimediare con 10 gocce di Valium).
Quindi tutti pronti: l’attesissimo Vasco Live 2007 partirà in anteprima a Latina, il prossimo 13 giugno, per proseguire all’Heineken Jammin’ Festival di Venezia il 17, il doppio appuntamento a Milano (21 e 22) e all’Olimpico di Roma (27 e 28 giugno). E ancora al Delle Alpi di Torino (3 luglio), Messina il 7, Bari il 10 e il 14 ad Ancona.
I ritardatari si mettano il cuore in pace: il tutto esaurito è stato annunciato già da mo’ (a sole ventiquattr’ore dall’apertura delle prevendite lo scorso febbraio).
Intanto Vasco, dopo due anni di letargo, si prepara al grande evento: «Sto già compiendo la solita trasformazione da bruco crisalide in farfalla. Sei mesi fa ero uno straccio e pesavo 92 chili, oggi sono dimagrito e mi sembra di avere vent’anni di meno», spiega in un’intervista di qualche giorno fa.
Bene ragazzi, ci si vede al concerto: io sarò a San Siro il 22 e spero di potervene raccontare delle belle.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Ascensore per il patibolo Di Louise Malle Drammatico, Thriller Francia, 1958 D'accordo per uccidere il marito della sua amante, un uomo dopo aver commesso il fatto rimane intrappolato nell'ascensore dell'abitazione dove é avvenuto il delitto. Un'escalation di tradimenti, omicidi progettati e commessi, di dettagli che complicano... Guarda la scheda del film