Magazine Giovedì 31 maggio 2007

RimBambiniamoci di libri

Io sono, io suono. Quando vi mettete in ascolto del suono del vostro respiro, nel ritmo altalenante - a volte anche costante - delle pause, del riempimento, dello svuotamento toracico. Quando, rilassati, arrivate ad ascoltare le vibrazioni che vengono da dentro il cuore che batte. Quando vi accorgete della potenza sprigionata dalla vostra voce e capite i messaggi che parlano di come state, di cosa state provando. Solo allora aprite davvero il vostro cuore ai suoni del mondo, e solo allora siete in grado di capire le variazioni delle note della natura, dei palazzi, delle strade, dei negozi. Rumori e suoni. Colori e frequenze. Segnali di una geografia e di una storia che per incanto prendono il corpo di un carattere tipografico nei libricini che ho voglia di segnalarvi.
Perché cantano e incantano per la dolcezza con la quale insegnano ai più piccini a trattare gli stati d'animo. Con parole semplici. Con immagini che sembrano piuttosto icone di un personal computer. Riempite e macchia. Disegnate cartoonianamente da una penna birichina, ironica ma al contempo istrionica. E tutto quanto diventa ingrediente di successo anche nelle ultime pagine di queste storie bonsai, quando è possibile completare secondo i propri gusti la formula dell'invidia: "scaccia il pizzico in fondo al cuore con un pensiero dal buon odore. Cerca qualcosa di cui sei contento, tienilo stretto e stacci attento. Così l'invidia scappa via e tu puoi trovare…?". Continua la frase assecondando la musicalità o semplicemente quando più è gradito dal tuo bimbo.

E fanne musica, armonia, perché la musica è la forma più sublime di imitazione della saggezza del Creatore. È lo sguardo sereno di un bimbo. Basta che ti volti a guardare la sua espressione. Ecco: fallo divertire al gioco dell’oca invidiosa. Oppure consegna nelle mani del tuo piccino un colore e aiutalo nel rispondere al test sulla soddisfazione, premiandolo anche con un bel trofeo. Infine aiuta Arturo a trovare la strada per andare a giocare da Andrea e non a litigare da Alice. Non dimenticando di aiutare il bruco a portare il regalo alla farfalla. Trovando però la strada che passa vicino agli oggetti che si possono regalare.
Ora cancellate tutto quanto letto e scagliate la vostra tavolozza di emozioni sulla superficie che preferite. Ascolterete i colori. Vedrete danzare il rosso, suonare il blu, cantare il verde, urlare il giallo. Per poi dipingere il vento. Un invito, un gioco, una lettura, una sensazione da aprire e comunicare al mondo per frantumare il disagio, esaltare la felicità, apprezzando i valori e tinteggiandone gli umori. E il libro si fa tridimensionale. Si fa tuttotondo attorno al quale chi legge e chi ascolta può giocare insieme, stringendosi la mano. Ecco: questi libri immaginiate siano un bellissimo girotondo tra madre e figli intorno al mondo delle umane coscienze.
Fate attenzione: perché accade nel cuore di ogni bambino, dai 7 anni in su, quando ci sono condizioni emotive di cui crediamo sapere già tutto. Le emozioni rischiano di esplodere in un arcobaleno variegato di mille tonalità. A volte positive a volte meno. Ciascuna offrendo attraverso il racconto, i giochi e gli stimoli alla riflessione, le risposte che poi giungono ovvie.

E il fanciullo legge questi stessi stati d’animo guardando alla sfera affettiva grazie a una deliziosa nuova collana di narrativa delle Edizioni San Paolo: titolo? Sentimenti a colori. Invidia (verde), soddisfazione (giallo), avidità (violetto), generosità (blu), rabbia (rosso). Testi di Annalisa Strada e illustrazioni di Maria Caprì per i cinque libri (pp. 64, Euro 4,90) a breve seguiti da felicità (rosa), ansia (marrone), pigrizia (azzurro), paura (grigio) e allegria (arancio). Una tavolozza da far invidia al più fantasioso degli artisti, capace di cogliere e raccogliere corrispondenze tra un colore e l’emozione, la vibrazione: e la dottrina si fa in 64 pagine da sfogliare come una margherita.

VERDE - In Quanto la invidio! Marcella tra gola e pancia sente nascere l'astio verso Chiara che, per compleanno, ha ricevuto la bambola di pezza tanto desiderata. Svaniti i tentativi di rubarla o svuotarla, Marcella sconfigge questo mostro abbastanza comune ritrovandolo nei ricordi dei genitori che la consolano.

GIALLO - In Come sono contento! Vespasiano si difende da chi lo deride per quel nome dell'imperatore di Roma, ricordato per aver tassato i bagni pubblici. E trova anche la forza di aiutare un amico in difficoltà.

VIOLA - La soddisfazione è a portata di mano, è la morale consigliata ad Amelia, protagonista di È mio! Lo voglio! completa il trittico la fame di accumulo che impedisce ad altre cose di giungere fra le mani della bimba cocciuta. Eppure, senza far rinunce ma solo liberando spazio, si può essere più felici. E la battaglia si gioca nel completare la rima antiavidità o il labirinto, piuttosto che comporre una famiglia di sassi, colorando quelli preferiti.

BLU - È felice di essere generosa Maya, protagonista insieme a Roberta del volumetto Ti faccio un regalo! nell'esclamazione la gioia di ricevere perde su quella di dare. È quanto prova Maya ad esempio nel lasciar passare - e quindi vincere a un soffio dal traguardo – Roberta in testa ad una gara di corsa. È quanto spaventa il padre che la osserva da lontano, preoccupandosi piuttosto di una paura nascosta nel primeggiare.

ROSSO – Parola d’ordine, per Arturo, è autocontrollo. Vedo rosso!: è il pensiero che lo attanaglia e non lo abbandona mai neppure fosse la sua ombra. Il punto è che perde troppo spesso la pazienza con sua sorella Alice: scoppiando come una bomba e aggredendola con le parole. La rabbia capita gli esca come un fuoco d’artificio fino a quando Arturo finisce in ospedale. Dimesso, di ritorno a casa, prende a canticchiare per rilassarsi.
di Roberta Maresci

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Crazy & Rich Di Jon M. Chu Commedia, Romantico U.S.A., 2018 La newyorkese Rachel Chu accompagna il suo fidanzato di lunga data Nick Young al matrimonio del suo migliore amico a Singapore. Emozionata perché visiterà l’Asia per la prima volta, ma nervosa perché conoscerà la famiglia... Guarda la scheda del film