Magazine Mercoledì 30 maggio 2007

La posta del cuore

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Care/i lettrici/lettori,
si ricomincia con le doppie risposte perché la primavera crea grandi turbolenze e ho troppi cuori palpitanti in attesa. Questo solo per dire di avere pazienza, la rubrica non può diventare bisettimanale e, come già sapete, non rispondo più privatamente.
Ma rispondo sempre a tutti, contateci!

titolo: Come aiutare un fratello tradito

L. la conosco da una vita, da quando era una ragazzina e si usciva insieme (oggi io 33, lei 28 anni), da molto prima che fra lei e mio fratello G. nascesse una storia. Una di quelle storie destinate a durare nel tempo... ed oggi di anni ne son passati più di 14. Loro due, insieme a me e ed il mio lui e ad altre due coppie facciamo gruppo da anni, tutti amici d'infanzia, tutti legatissimi oltre che da profonda amicizia, abitudini, stili di vita, anche da parentele...viviamo ognuno a pochi passi dagli altri in un paese piccolissimo dove si conoscono tutti almeno di vista.
L. da sempre è nota a tutti noi come una persona un po' debole, insicura, del genere che ha sempre bisogno di conferme. Mio fratello (oggi 37 anni) un uomo affidabile, casa e lavoro, sicuro di sé, senza troppi fronzoli insomma. L. ha sempre avuto un debole, una sorta di necessità di conferma delle sue armi di seduzione con altri ragazzi. Tutti glissavamo sulla cosa, ritenendola di scarsa importanza, io la prima a pensare che crescendo sarebbe cambiata, avrebbe acquistato sicurezza e smesso di guardarsi troppo intorno.
Mio fratello da 14 anni la conosce come una persona timida, riservatissima, buona, sincera...un angelo...
A gennaio scorso decidono di sposarsi, tutti strafelici per loro: amici, parenti, conoscenti.
Pazza di gioia esco con lei a guardare vetrine e negozi di fiori, bomboniere e arredamento.
A 4 mesi dal matrimonio la mazzata: scopro che mezzo paese sa che lei ha una storia parallela da quasi un anno!!! Esce con un altro, solo l'ennesimo di una lista... esce con un altro mentre con tutti recitava la parte della futura sposina felice.
Mio fratello è come impazzito, ridotto ad uno straccio, come un bambino piange, si dispera, si rifugia nel mio conforto e quello degli amici, ma soprattutto si chiede "ma chi è davvero L.?" e continua a chiedercelo da 3 giorni...
È talmente sofferente che non le ha detto una parola, non l'ha nemmeno presa a schiaffi come tutti da uno come lui si aspettavano... addirittura ieri sera tra le lacrime mi dice "non posso vivere senza di lei...ho bisogno di perdonarla".
Ed io qui che non dormo più, arrabbiata a morte con lei, addolorata per la disperazione di lui.
Cosa posso fare?
Odiarla e sbatterla fuori di casa quando mi cercherà o piuttosto aiutarli a ritrovare un'intesa che forse avevano a dispetto di ciò ke tutti pensano (cioè ke L. sia una gran poco di buono e lui un povero stupido)?

Cara anonima,
credo che tu debba sostenere tuo fratello che, da come lo descrivi, non mi pare tanto portato all'introspezione e dovrà -con i suoi mezzi- combattere due battaglie: quella per capire che fare con la fidanzata e quella per affrontare il paese, che mi pare maligno come tutti i paesi di questa terra. E tu faresti bene a "annullarti" e pensare a chi ha più bisogno.
Questa è una storia che non si risolve a schiaffi e tuo fratello è stato saggio a non comportarsi come un troglodita, tuttavia dovrà essere altrettanto saggio nel conservare la dignità (da non confondersi con orgoglio, machismo, paura di essere etichettato dai compaesani ecc.)
Eh, sì, non amo le etichette e mi guardo bene dall'appiccicarne una alla fidanzata. Tuttavia è chiaro che una ragazza tanto bisognosa di conferme, tanto superficiale da puntare tutto sulla capacità di sedurre, quindi sull'apparire, non cambierà. E non cambieranno nemmeno i vostri amici e parenti, che non sono sicura a quale "metà del paese" appartengano. Ho la sensazione che il vostro piccolo gruppo tanto unito, non sia poi così affidabile e non sia -forse- destinato a rimanere unito. Tieni presente che chi ha "aperto gli occhi" a tuo fratello di sicuro gli ha fatto un piacere, ma che non era quella la sua intenzione. Dietro alle confidenze -specie se tardive come questa- c'è sempre una volontà più o meno consapevole di fare del male, e non alla "cattiva", al "buono" che riceve la confidenza.
Detto questo credo che tuo fratello dovrebbe approfittare della fortuna che gli è piovuta dal cielo, farsi forza, affrontare la sofferenza della perdita della ragazza e quella della derisione che il paese non gli risparmierà. L'unica soluzione è affrontare tutto con dignità e senso della misura, senza scenate, senza tragedie, ma anche senza sbruffonate, in silenzio, costruendosi l'immagine di un uomo razionale, equilibrato, saggio e affidabile.
Quanto ai tuoi rapporti con la ragazza, vedi tu. Se ti fa pena dalle pure una mano, ma senza troppe speranze e concentrati su tuo fratello.
Al quale faccio tutti i miei auguri,
Antonella

titolo: rispondimi ti prego!!!!!!!!!!!!!
cara antonella,
a settembre mi sono innamorata di un coetaneo con cui non ho mai parlato. Quando lo incontro mi batte fortissimo il cuore... lui ricambia i miei sguardi... a volte penso di piacergli davvero!!! ho paura che, non conoscendolo, quest'estate lui possa incontrare una ragazza meglio di me... Quest'anno che io sappia doveva mettersi con molte ragazze, ma credo che alla fine non ha mai concluso niente... lo amo... e non so come fare, lo vorrei conoscere, ma ho paura sia troppo superficiale e possa respingermi... che posso fare???? rispondimi ti prego, sono disperata...
by Teresa

Cara Teresa,
ti sei innamorata di un coetaneo con cui non hai mai parlato e giudichi -forse- superficiale lui? Ragazzina profonda, da dove nasce questo amore?
Se proprio vuoi conoscerlo fagli cadere l'iPod su un piede -fazzoletti o libri di scuola non sono più attuali- ché è anche leggero e non gli farai male, lui lo raccoglierà, te lo porgerà, tu lo ringrazierai e farete conoscenza.
Ciao,
Antonella

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Ocean's 8 Di Gary Ross Azione, Drammatico, Thriller U.S.A., 2018 Cinque anni, otto mesi, 12 giorni... Questo è il tempo durante il quale Debbie Ocean ha progettato il colpo più grande della sua vita. Sa perfettamente che deve mettere su una squadra con le migliori nel loro campo, a cominciare dalla sua... Guarda la scheda del film