Magazine Martedì 22 maggio 2007

La posta del cuore

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Magazine - titolo: Sesso al primo appuntamento

Ciao Antonella,
vorrei sapere molto sinceramente cosa pensi di una situazione che mi è capitata e che mi ha fatto rimanere tanto male. Ho 30 anni e non sono fidanzata. Non ho mai avuto storie lunghe nella mia vita, non so perché fatto sta che è così.
Qualche tempo fa un mio collega ha iniziato a corteggiarmi in maniera abbastanza evidente; anche se sono diversi anni che lavoriamo insieme non abbiamo mai avuto modo di conoscerci in maniera approfondita, quindi per tanto tempo la nostra conoscenza è sempre rimasta limitata a colloqui abbastanza formali.
Dopo un po' di tempo che durava il suo corteggiamento, io ho cominciato a guardarlo con occhi diversi ed effettivamente mi sono resa conto che cominciava a piacermi molto e poi sempre di più fino a quando una sera siamo usciti insieme.

Sarà stato il fatto che era tanto tempo che non uscivo con uomo o il fatto che lui mi piaceva molto, comunque il risultato è che abbiamo fatto l'amore. A me è piaciuto molto e credo anche a lui. A me è sembrato che la serata si sia svolta in maniera molto piacevole, sia prima che durante che dopo avere fatto l'amore. Abbiamo parlato in maniera molto naturale di tante cose. Fatto sta che nei giorni successivi lui mi ha scritto qualche altra mail e poi più niente. Non mi ha più chiesto di uscire insieme e adesso non ci scriviamo neppure più. Io dopo una settimana l'ho invitato a venire a vedere un concerto con alcuni miei amici ma lui molto carinamente mi ha detto che aveva già un impegno. Sono rimasta veramente tanto male di essere stata scaricata così solo dopo una volta.
Avrà pensato male di me perché ho fatto sesso con lui al primo appuntamento?
Tu credi che ci siano uomini che hanno questo tipo di pregiudizi?
Io non faccio sesso con tutti gli uomini che mi capitano, ma se un uomo mi piace molto e si crea una bella situazione che male c'è a fare sesso la prima volta che usciamo?

Cara mia,
ci credo eccome. Ce n'è pieno di gente così. Più le donne diventano indipendenti e più, per una certa categoria di uomini, diventano "puttane". Quasi i due vocaboli fossero sinonimi. Per questa categoria - ancora assai diffusa - credo ci sia un senso di rivalsa nella squallida soddisfazione di aver dimostrato che, alla fine di tutto, è proprio vero che le donne sono disponibili e inaffidabili visto che "la danno" dalla prima volta.
Cerca di non farti sopraffare neanche dal sospetto che possano avere ragione, che l'educazione d'altri tempi sia quella giusta.
Una delle mia tante amiche ha iniziato proprio così, per dire..., una storia d'amore intensa, importante, che è andata avanti cinque anni.
Se puoi renditi conto di quanto tu sia stata fortunata, un tipo quello, se la storia fosse andata avanti, te l'avrebbe fatta pagare fino alla morte, la tua "leggerezza". Non sarebbe neppure stato sfiorato dal pensiero che tu abbia fatto l'amore con lui perché sentivi qualcosa di speciale.
E mi raccomando, se ti va rifallo, ma abbi l'accortezza di aspettare che sia l'uomo a rifarsi vivo, trascorrerai qualche serata piacevole e non resterai amareggiata.

Auguri,
Antonella

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Animali fantastici e dove trovarli Di David Yates Fantastico U.S.A., Regno Unito, Palestina, 2016 1926. Newt Scamander ha appena terminato un viaggio in giro per il mondo per cercare e documentare una straordinaria gamma di creature magiche. Arrivato a New York per una breve pausa, pensa che tutto stia andando per il verso giusto…se non fosse... Guarda la scheda del film