Magazine Sabato 19 maggio 2007

I mille volti della moda

Magazine - È proprio vero che moda significa superficialità e apparenza? L’antropologa Barbara Faedda si è data una risposta con un libro, I mille volti della moda (Costa & Nolan, 134 pag., 16.80 Euro), che racconta il mondo delle sfilate con un occhio attento ai suoi risvolti sociali.

E se l’abito non fa il monaco, è cero anche che noi siamo quello che indossiamo. La moda cammina di pari passo con l’arte, con l’economia, con la comunicazione, per questo abbandoniamo lo stereotipo – per fortuna sorpassato – della “donna ricca e capricciosa” che non può fare a meno di una giornata di shopping per allargare il discorso a un pubblico molto più vasto e diversificato. E poi mettiamoci il cuore in pace: non si può prescindere dalla moda, sia che si indossino solo abiti firmati, sia che si scelga uno stile sobrio e poco attento alle nuove tendenze.

La bellezza è dappertutto e Faedda sottolinea lo stretto legame tra il mondo del fashion, l’ambiguità sessuale e il travestitismo: “il rapporto uomo-donna nell’ambito della moda rappresenta senza dubbio un nodo focale”, scrive infatti l’autrice, che ricorda i capi di abbigliamento che negli anni, dall’Ottocento in poi, hanno rappresentato un richiamo erotico: dal reggicalze alla sfrontata pubblicità dell’intimo che ci propone oggi la televisione.
Ma ad attrarre l’attenzione sono anche le allusioni al travestitismo e all’ambiguità: “Scambio di ruoli, donne androgine, uomini effeminati, lolite inquietanti”.

L’autrice analizza poi la moda dei tatuaggi, quella etnica e il modo in cui viene vissuta oggi la bellezza. Il libro non svela certo verità nascoste, né idee nuove, ma lo consiglio a chi ha sempre snobbato la moda non considerando il suo ruolo importante per comprendere la società di oggi.

Potrebbe interessarti anche: , La maledizione della peste nera: l'epidemia ritorna a Genova. Il nuovo thriller di Daniel Kella , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione