Magazine Mercoledì 16 maggio 2007

'aideM': riflettiamo sulla comunicazione

© www.aidem.it
Sabato 19 maggio alle ore 17 al Teatro della Tosse, in piazza Renato Negri 6/2, Giulietto Chiesa presenterà i contenuti dei primi due numeri della rivista .
All’incontro parteciperanno Antonio Conte, vice presidente di , e Salvatore Aricò, direttore del Teatro Valle di Roma. Condurrà Luciana Lanzarotti.
Da tempo Giulietto Chiesa è impegnato sul fronte dell’informazione, che sappiamo contiene etimologicamente anche il concetto di formazione, ovvero quello di formare; in questo caso le opinioni di tutti. aideM è una rivista che invita a guardare l’informazione al contrario, poiché spesso, travestendosi da interprete della realtà, la falsa. Insieme questo trimestrale ci invita ad una attenta riflessione sulla comunicazione, che sempre più potentemente condiziona la società.

aideM, che di Megachip è un frutto, si propone anche di continuare una battaglia che, come afferma nell’editoriale del primo numero il direttore Chiesa, è estremamente difficile perché "Il sistema dell’informazione-comunicazione ha ormai padroni privati, che ne regolano i funzionamenti in base non all’interesse comune, collettivo, sociale, ma in base al profitto che ne ricavano e agli scopi, anche politici, che singolarmente perseguono. Il settore pubblico, che ancora esiste e opera nell’arena della battaglia per la conquista dei cuori e delle menti (e in moltissimi casi esso è già stato liquidato, o ridotto ai margini, in nicchie ininfluenti), è stato a sua volta espropriato da oligarchie politiche che lo gestiscono a proprio uso e consumo, spesso anch’esse in aperto contrasto con l’interesse sociale collettivo".

www.megachip.info è un sito web nato per sostenere e sviluppare la diffusione di una informazione indipendente; soprattutto con l’ambizione di coordinarla, mettendo in relazione i vari siti di controinformazione della Rete. Internet rappresenta senz’altro un approdo e uno strumento forte di democrazia della comunicazione.
Nei due numeri finora usciti sono molti gli interventi di personaggi autorevoli della comunicazione che denunciano le storture dell’informazione in Italia. La rivista è stata presentata lo scorso anno, a dicembre, con l’uscita del primo numero.

Ora, con , uscito il 6 aprile scorso in libreria, si parla del giornalismo come un mestiere in crisi: a distanza di più di due anni dalla scadenza del contratto dei giornalisti, e senza vedere aperture di trattative, l’informazione è sempre più minacciata dagli interessi politici ed economici. La gravità di questa situazione rappresenta un pericolo per la nostra democrazia. La democrazia nella comunicazione, come la comunicazione nella democrazia, sono due aspetti indissolubili per misurarne la quantità e la qualità di entrambe.

L’invito all’incontro dice che il tutto si concluderà con l’offerta di uno 'spuntino' con focacce genovesi e un brindisi a base di vini della Liguria. Siamo tutti invitati.
di Giorgio Boratto

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Cronache di poveri amanti Di Carlo Lizzani Drammatico Italia, 1954 Tratto da un libro di Vasco Pratolini, Cronache di poveri amanti è un film di Carlo Lizzani del 1954. Vincitore del Nastro d'argento per per la miglior musica e la migliore scenografia, racconta la storia di Mario, tipografo... Guarda la scheda del film