Magazine Mercoledì 9 maggio 2007

Corto Maltese a Palazzo Ducale

Quarant’anni fa nasceva la rivista Sergente Kirk.
Quarant’anni fa, sulle pagine di quel rotocalco, prendevano vita le avventure di Corto Maltese.
Quarant’anni fa, l’incontro genovese tra un fumettista (Hugo Pratt) e un editore (Florenzo Ivaldi) sarebbe stato fondamentale per la storia del fumetto italiano.
Oggi tutto ciò ritorna nella sua città natale, Genova, con una mostra, sperando di ripetere anche qui la florida esperienza lucchese: «La storia del fumetto nasce a Genova e deve ripartire da qui. Genova deve capire l’importanza di questa produzione e non lasciarla sfuggire nuovamente a Lucca», dice Gianni Bono, direttore del di Lucca. Un anniversario importante, arricchito da una nuova mostra, Kirk: le radici di Corto Maltese, snodata fra Genova e Lucca, ed estesa anche ad altre città italiane, tra cui Milano, Bologna, Mantova, Roma e Verona.

La prima tappa è proprio quella genovese: una serie di pannelli, esposti dall’11 al 31 maggio 2007 nel cortile della Facoltà di Scienze della Formazione, con riproduzioni delle copertine originali di Sgt. Kirk, didascalie, fotografie, schizzi. Tra l’altro, si tratta di un vero e proprio ritorno a casa: a pochi passi dalla Facoltà di corso Podestà, infatti, c’era lo studio dove Pratt fece i suoi primi passi nel mondo del fumetto. La Facoltà ospitante – oltre a essere presieduta da un appassionato di fumetto, Pino Boero, e alla vicinanza con il prima citato studio - sembra anche essere un ambiente ottimale per il tema in questione: «Il nostro polo didattico, sempre più aperto alla città e alle attività extra scolastiche, ha forti legami con il campo dell’immagine. Si pensi all’importanza della letteratura illustrata, strettamente collegata agli studi pedagogici e dell’educazione primaria», dice il Preside.
Corto Maltese, ma non solo: «Pur facendone riferimento nel titolo, la mostra non è focalizzata sul noto personaggio di Pratt – spiega Bono – ma sul vero e proprio viaggio intrapreso dal fumettista e dal suo editore. Il viaggio di due uomini e di una rivista centrale nel panorama del fumetto europeo».

Da Genova il viaggio proseguirà a Lucca – già peraltro patria del noto Lucca Comics - dove, a novembre 2007, si terranno la seconda e la terza edizione della mostra: Il viaggio di una rivista – ritratto storico del periodico Sgt. Kirk – e Il viaggio di Corto nella cultura italiana ed europea, in cui sarà ricostruito il contesto in cui maturarono Hugo Pratt e il suo storico personaggio Corto Maltese.
«La mostra ha richiesto e richiede oggi un lungo lavoro. Da un lato il recupero di materiale originale, dall’altro la produzione di nuovi progetti – spiega Bono – seguendo lo spirito che caratterizza la rivista: fare riferimento al passato, ma sempre con un occhio proiettato nel futuro».
E ancora, una serie di convegni e conferenze faranno da cornice all’esposizione: un’occasione in più per avvicinare anche chi non è cresciuto a pane e fumetto (come il nostro ).
E per chi vuole portarsi a casa il Sergente Kirk e il suo papà, integrando magari una già ricca collezione personale, sono acquistabili due volumi – Pratt e Ivaldi Storia di un incontro e Kirk, le radici di Corto Maltese – e il dvd Work in progress.
di Federica Verdina

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

The End? L'inferno fuori Di Daniele Misischia Thriller 2017 Claudio è un importante uomo d'affari, cinico e narcisista. Una mattina, dopo essere rimasto imbottigliato nel traffico delle strade di Roma, arriva finalmente in ufficio nonostante il notevole ritardo, ma rimane bloccato da solo in ascensore a... Guarda la scheda del film