Magazine Martedì 24 aprile 2007

La posta del cuore

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

titolo: Cosa devo fare?
Ciao, sono fidanzata da 2 anni e un mese fa ho scoperto ke lui mi ha tradito, andando a letto per ben due volte con una ragazza! Poi torna da me e dice che è stata una sbandata, ciò che ha fatto gli ha aperto gli occhi sul nostro amore! A me sembra pentito ma è la cosa giusta perdonare? Io lo amo, ma il pensiero è fisso là... sempre... sempre... si soffre... si spegne il cuore e tutte le certezze crollano!
Ma il problema è L'AMORE... eh sì... è sempre dentro me fino a logorarmi dentro, a pensare: un giorno riuscirò a perdonare, a guardarlo negli occhi e pensare solo all'amore per lui e non al dolore! Beh, non lo so!
Andare avanti lasciar perdere tutto o continuare a dare speranza!?

Cara anonima,
se leggi la mia rubrica -e ne dubito data la scarsità di informazioni che mi dai- devi sapere che sono parecchio severa con gli uomini che "confessano", perché così si sottraggono alle responsabilità, sia a quella del tradimento, che scaricano sulla compagna, sia a quella di prendere decisioni sulla storia e, già che ci sono, si liberano anche del senso di colpa perché hanno confessato e di sicuro espieranno visto che è difficile che le donne -e anche gli uomini, ma non è di loro che si sta parlando- non te la fanno mai passare liscia.
Tuttavia in questo caso, a giudicare dalla tua scrittura e dalla spontaneità, mi sono fatta l'idea che siate molto giovani, e questo cambia parecchio le cose. Perché da ragazzi -e anche ragazze- è normale cedere una volta alla tentazione, è normale fare esperienza, è normale mettere alla prova il proprio amore e scegliere... una volta.
La seconda non deve esistere, perché sarà di certo seguita da una terza ecc.

Quindi ti consiglio -sempre che io abbia indovinato riguardo all'età e alla scarsa esperienza- di perdonare, di considerare la "confessione" del tuo fidanzato come un'azione onesta, senza secondi fini. E di tenertelo, il ragazzo onesto, ma perdonando per davvero, chiudendo il capitolo "tradimento" senza parlarne mai più.
Altrimenti l'incrinatura diventerà una crepa e poi un buco nero in cui la vostra relazione sarà destinata a sprofondare.
Fidati... questa volta.
E auguri,
Antonella

Per Zagara: cara, grazie per la tua mail, ma non rispondo più privatamente -tra l'altro non hai messo il tuo indirizzo e a me la posta arriva da mentelocale.it, quindi non potrei neppure volendo- per motivi che ho ampiamente spiegato in passato e che puoi trovare nelle . Se desideri una risposta, autorizzami a pubblicare, posso cambiare o omettere particolari e ovviamente cambiare il nickname. Mi dispiace, non posso più fare eccezioni.
Ciao, Antonella

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

La dolce vita Di Federico Fellini Drammatico Italia/Francia, 1960 Roma anni '60. Massimo giornalista di un rotocalco scandalistico, si trova in mezzo ai vizi e scandali di quella che era definita "la dolce vita" dei divi del momento. Guarda la scheda del film