Magazine Lunedì 23 aprile 2007

Due libri e buffet: weekend letterario

a G. B, nella sua presente assenza

Prima di tutto, amici e non, ma soprattutto amici, la location precisa da che s’inizia el : Milano, la via , nell’ivi situato . Poi l’occasione: la presentazione milanese di , con il suo spettacolare psicosentimentalnoir L’accordatore di destini, pubblicato a Padova da Meridiano Zero per le cure amorevoli di , la Divina.

Allo i padroni di casa sono Francesco, faccia dolomitica e sensibilità d’artista polivalente e , sua compagna sorridentissima ed elusiva q.b. A fianco di Salvio e del vòster-semper-vòster, un nome di prestigio assoluto, qui nelle vesti di : .
Egli è non soltanto dicitore e persona fine quanto pochi altri su piazza, ma ha l’unica fortuna d’esser marito di , designer e molto altro che non può esser contenuto in una definizione – di certo autrice del miglior pezzo visto nei generalmente insulsi Fuori Salone del (sè, bona, come la squadrètta del Moratti, veh) del Mobile milanese. La presentazione va che è una scheggia, anche perché il pubblico è di qualità alta come le defunte , dacché include fra gli altri l’ottima collega e non , un tempo nota come Giusi e il di lei consorte di vita l’avv. , non che , pittrice di mestiere e vocazione, in realtà dei nostri tempi avventurati e la sua socia in arte, la deliziosa .
Con una compagnia del genere, ver le 2 di notte, poteva o no finire in una colossale spaghettata ajo, òjo e ? Ovviamente sì, e tutto è stato immortalato dal gran fotografo e uomo di mondo .

Dopo una sbornia d’eccellenza siffatta, non restava che rendere visita a , arcivescovo metropolita della diocesi di Venezia-Milano e Gran Visir delle Nuvole Padane (questa si capirà fra qualche mese). Il giorno dopo ci si trasferisce nella vostra, la nostra Genova, ma più che altro da , per presentare il libro del momento, cioè Per tutte le altre destinazioni di . Non abbastanza si è ancora detto dell’extratesto soggiacente alla giovane pandettista autrice di questo esordio da fòlgore; né qui è lo spazio per farlo (ma che sia una sosia giovane graziosa gentile della magnifica si sono accorti tutti). A presentare con il redattore di queste umili note l’Esarca della letteratura italiana in Liguria e valli circostanti, cioè . Ad accompagnare, la lettura incantata del testo di , cantante de Madre España e il chitarrista Massimo. In pubblico, 2 superstar della cultura genovese militante, cioè e .

Siccome per la Bizia devono esserci tutti ma proprio tutti, non mancava il meglio della bloggherìa norditalica, cioè , regina dello sguardo evasivo. Last but not least, la giovane implume colenda . Alla fine, buffet principesco, con amabilissimo bianco d’annata. Su tutto e tutti, ad aleggiare soave, lo spirito di , il maestro cui – fra molti altri – anche s’ispirerebbero questi reportage sbomballati. E buona camicia di a tutti, vero.
di Giovanni Choukhadarian

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Forza maggiore Di Ruben Östlund Drammatico Francia, Danimarca, Germania, 2014 Una famiglia svedese, Tomas, sua moglie Ebba e i loro due bambini, è in vacanza per una settimana di sci sulle Alpi francesi. Il sole splende, la vista è spettacolare, ma durante un pranzo sulla terrazza dell'albergo una valanga improvvisa... Guarda la scheda del film