Magazine Lunedì 16 aprile 2007

Da Hornby a Serra il virus della lettura

Magazine - «La passione per la lettura è un virus che si può trasmettere». E Giovanna Zucconi ha tutta l’intenzione di farlo grazie ai Lunedì FEG – Le parole tra noi. Conversazioni sui libri della vita.
Giornalista per la Stampa e l’Espresso, conduttrice del programma radiofonico Sumo, il peso della cultura su RadioDue e della rubrica di libri nella trasmissione televisiva Che tempo che fa, Zucconi ha tutte le carte in regola per presentare questo nuovo ciclo di incontri che la dedica a quattro intellettuali e ai loro gusti letterari: attraverso i libri che hanno lasciato il segno nelle vite di Corrado Augias, Michele Serra, Nick Hornby e Dacia Maraini il pubblico conoscerà più profondamente la loro personalità.

«Questi quattro scrittori, che sono anche formidabili lettori, ci racconteranno il loro percorso, ma senza retorica», continua Zucconi, «cercheremo di togliere un po’ di quel “calcare” che in genere accompagna i discorsi sulla lettura, chiacchierando in modo serio ma non serioso».
«Hornby è schietto, diretto, bravo. Di Augias mi colpisce la rapidità nel leggere e catturare l’essenza dei libri. Con Maraini ho avuto lunghe conversazioni: sono curiosa di sapere quali sono i suoi libri favoriti».
Gli incontri avranno luogo in un ambiente disteso, quasi familiare, come è quello del Teatro dell’Archivolto: «ci sarà un piccolo allestimento scenico e un gruppo di attori leggerà brani tratti dai libri preferiti dagli ospiti», anticipa Giorgio Gallione, direttore artistico dell’Archivolto, «l’anno prossimo speriamo di istituzionalizzare questa manifestazione inserendola nel programma teatrale».

Maurizio Luvizone, segretario generale della Fondazione Garrone, esprime un desiderio: «speriamo in un pubblico giovane». «Il pubblico è meglio di come ce lo raccontano», aggiunge Giovannea Zucconi, «c’è fame di cultura, ma è maggiore la domanda dell’offerta».
Anche Edoardo Garrone, presidente della Fondazione, della Sampdoria e presidente onorario dell'azienda di famiglia, la ERG, ha detto la sua: «sono un modesto lettore. All’Università ho fatto un po’ di fatica e oggi la mia attività di imprenditore assorbe tutte le mie energie», racconta, «ricordo però che da bambino ho amato il libro Cuore di De Amicis e, guarda caso, il personaggio di Garrone. Lui era un buono, che non reagiva mai. Io invece sono considerato da tutti il Franti dei giorni nostri».

Gli appuntamenti di Lunedì FEG – Le parole tra noi. Conversazioni sui libri della vita avranno inizio lunedì 23 aprile con Corrado Augias. Il 7 maggio toccherà a Michele Serra, il 14 maggio a Nick Hornby e il 21 maggio a Dacia Maraini. Si inizia alle 21 e l’ingresso è gratuito.

Potrebbe interessarti anche: , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani

Oggi al cinema

Green book Di Peter Farrelly Drammatico 2018 Tony Lip è uno dei migliori buttafuori di New York. Siamo nel 1962 e ha bisogno di trovare un nuovo impiego dopo che il locale notturno dove lavorava, il Copacabana, è costretto a chiudere. Decide di accompagnare in tour un musicista prodigio... Guarda la scheda del film