Concerti Magazine Sabato 31 marzo 2007

Carboni Peter Pan della musica

Le canzoni scritte da un figlio di vent’anni incontrano quelle scritte da un padre che di anni ne ha quaranta.
Tra i due mondi – divisi da esperienze, di sogni e illusioni – tantissime canzoni.
Luca Carboni – nella sua performance live al – conferma la qualità della sua ultima fatica: Le Band si sciolgono e suona i sui classici in oltre due ore di suoni e colori.
Pianola, chitarra elettrica, basso e percussioni pronte ad accompagnarlo e a tracolla la sua chitarra. Alle spalle tre tabelloni su cui scorrono le immagini dei suoi video e dei suoi disegni. In platea un pubblico di persone – tutt’altro che silenziose – pronte ad ascoltare cantare e a commuoversi per il musicista con la zeta di Bologna.

«Dopo gli anni dell’impegno, della contestazione, della lotta che hanno caratterizzato la generazione di chi ci ha preceduto – racconta dal palco – noi ci siamo affidati ai sogni, ai progetti legati alle emozioni».

Messe in fila come perle di una collana ci sono Farfallina, Vieni a vivere con me e il suo agrodolce Inno Nazionale ma anche La mia città che non racconta della sua Bologna ma di quella che è intorno a ciascuno di noi.
«A me piacerebbe – confessa – un giorno scrivere una canzone su Bologna in dialetto e che sia speciale come quella che De André ha cantato per la sua Genova».

Le canzoni del nuovo disco, tra cui si distinguono Lampo di vita - la storia di un amore che non c’è più – e la Malinconia - un vero inno alla vita, al ricordo che diventa gioia nel momento in cui lo si rivive - si amalgamano con i classici.
Cambiano i suoni, decisamente meno anni ottanta, sono più i capelli bianchi di quelli neri ma la passione e la voglia di giocare con le parole è la stessa, immutata.
Carboni si conferma un eterno ragazzino ma allo stesso tempo è più grande, malinconico ma non depresso, curioso e saggio allo stesso tempo.

Un Peter Pan che ha scoperto di essere diventato padre.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Comizi d'amore Di Pier Paolo Pasolini documentario Italia, 1964 Inchiesta su amore e sesso nell'Italia degli anni '60, composta da un prologo (P.P. Pasolini che discute con A. Moravia e C. Musatti), e quattro capitoli 1) Grande fritto misto all'italiana; 2) Schifo o pietà; 3) La vera Italia?; 4) Dal basso e... Guarda la scheda del film