Magazine Venerdì 23 marzo 2007

È un libro ma sembra un film di Inarritu

Il libro A piedi nudi nel grano di Carlo Damasio verrà presentato martedì 27 marzo alle ore 18 presso il Forum Fnac di via Venti Settembre 46r.

Il romanzo A piedi nudi nel grano – edito da De Ferrari - opera prima di Carlo Damasio, intreccia le storie di molti personaggi, fornendoci un racconto collettivo e senz’altro originale nell’impianto narrativo, dove si racconta in prima e terza persona. Il titolo subito ricorda quello di un famoso film di tantissimi anni fa, A piedi nudi nel parco, tratto da una commedia teatrale di grande successo di Neil Simon. Il pensiero è dovuto al fatto che l’autore, Carlo Damasio, oltre che scrittore è un amante del teatro, con esperienze d’attore nella compagnia teatrale amatoriale ma in questo caso egli fa camminare i vari personaggi in un campo di grano dove sono giunti tutti casualmente.

I personaggi sono 6 e si muovono in una giornata di domenica 27 maggio dell’anno 20xx. Diviso in tre capitoli: Mattino, Pomeriggio e Sera, più un epilogo, le storie dei protagonisti si intersecano come in un film di Gonzales Inarritu – tipo Babel e 21 grammi, o meglio Crash-Contatto fisico.
Il campo di grano è il luogo dove convergono e si incontrano diverse vite, e potrebbe rappresentare sia il posto dove vivere in libertà, oppure la metafora di un passaggio ad una vita diversa; infatti dopo essere stati in contatto con il campo di grano, la vita di ognuno dei protagonisti, non sarà più la stessa.

I personaggi del romanzo sono: Gualtiero Trevalli un macchinista di treno alle prese con il suo lavoro e la famiglia; Gina, una pensionata che ritorna da una apparizione televisiva e sciorina tutta la banalità ed il conformismo del mondo; Pietro, un impiegato egocentrico alle prese con un matrimonio rimandato; Maurizio, il Drago di una piccola banda di teppisti; Filippo Guzzo, il carabiniere stanco della routine e infine Giorgio, un piccolo ‘imprenditore’ in crisi di identità…potrebbero essere 6 personaggi in cerca d’autore? Il riferimento è alto, ma in fondo anche qui avviene la rappresentazione dei ruoli e ciascuno recita un copione esistenziale preciso. Il pathos è assicurato. Ci sono anche altri due personaggi che completano il romanzo: la Santa ed il Frate. Mi fermo qui.
di Giorgio Boratto

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Ant-Man and the wasp Di Peyton Reed Azione U.S.A., Regno Unito, 2018 Scott Lang deve affrontare le conseguenze delle proprie scelte sia come supereroe sia come padre. Mentre è impegnato a gestire la sua vita familiare e le sue responsabilità come Ant-Man, si vede assegnare una nuova e urgente missione da... Guarda la scheda del film