Magazine Venerdì 23 marzo 2007

Poesia al megafono sui container

Magazine - Dopo aver aperto le loro porte e aver fatto da casa all’arte contemporanea, per la giornata conclusiva gli scatoloni di latta di parleranno in rima. In un happening che conduce anche i container dislocati nelle periferie al centro dell’attenzione al Porto Antico, per un ensemble (24 container) di un solo giorno, domenica 25 marzo avrà luogo il grande evento finale di : Box Shock, un colpo d’occhio su video e installazioni attravero il linguaggio poetico che guarda e descrive il grande museo temporaneo - dalle ore 11.

Nel pomeriggio, dalle 15, in piazza Caricamento e al Porto Antico, in collaborazione con il Festival Internazionale della Poesia l’arte del nostro tempo e le gallerie sui generis che la ospitano saranno i soggetti di Parole spalancate sui tetti: «Un happening poetico – spiega Claudio Pozzani, direttore artistico del festival - per il quale alcuni poeti saliranno sui tetti di ciascun container e, megafono alla mano, daranno vita a inediti versi ispirati alla manifestazione. Un’iniziativa che recupera la portata e la centralità dell’oralità del messaggio poetico e che dà ampio spazio a giovani verseggiatori come Chiara Daino, il gruppo Associazione Tuono, Luciano Neri, Alberto Nocerino, Domenico Camera, Clara Munoz e altri».
Le rime entreranno nel catalogo di ContainerArt, in uscita a novembre, come commento e riflessione aperta sulle opere, slacciata da formalità e liberata all’espressione evocativa.

Ma le iniziative continuano: sempre domenica 25, alle 16.00, nel container del collettivo Guerra da Camera - composto da Marco Berisso, Marcello Frixione, Bruno Meneghelli, Roberto Merani - la performance Guerra da Camera 3 con sonorizzazione a cura di Claudio Lugo, Guido Caserza e Paolo Gentiluomo.
Concluderà la giornata l’evento-cocktail al Galata Museo del Mare, dove sarà possibile salutare gli artisti e assistere (ore 20) alla performance Lo spirito del Macchinone dell’artista Mario Benvenuto: una riflessione sulle fascinazioni legate alle nuove tecnologie con videoproiezione sui muri e sui moli del porto e con streaming di contenuti via internet.

Poi le grandi scatole viaggianti chiuderanno le loro grandi bocche-stanze per riprendere il viaggio che li conduce nella prossima tappa artistica verso Gerusalemme...

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Lo sguardo di Orson Welles Di Mark Cousins Documentario 2018 What's in the box? Cosa c'è nella scatola? si chiede Mark Cousins cineasta e studioso di cinema, già autore della sua nota (e preziosissima) rilettura personale della storia del cinema in The Story of Film (2011). Grazie all'accesso... Guarda la scheda del film