Magazine Martedì 20 marzo 2007

La posta del cuore

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

titolo: Deluso amante
...ci credevo. giuro che questa volta me lo sentivo.
E invece è crollato di nuovo tutto. Per fartela breve cara Antonella, sono un lui di 20 anni che da mesi tenta una riconciliazione che sembra sempre sul punto di succedere con una lei coetanea, che poi sparisce.
No, non nel senso che non ci vediamo o non ci sentiamo, ma nel senso che diventa assente, lontana eppure continua a sostenere di amarmi. Lei studia, io lavoro, i tempi della giornata vanno avanti su ritmi molto diversi. Non ho mai pensato a un altro, però ora...
Stamani in un impulso di rabbia ho pensato di seguirla, ma poi... che senso può avere.
È che non riesco, non riesco a parlarle direttamente, preferisco davvero godere quei momenti suoi di intensa presenza e poi soffrire...
Ma quanto può durare Antonella?

Caro amante deluso,
la tua mail mi dà la preziosa occasione di spiegare una volta per tutte che cosa mi aspetto dai lettori/autori per poter dare una risposta sensata. Perché quasi sempre vi guardate bene dal contestualizzare la situazione, quindi devo in parte tirare a indovinare, in parte leggere tra le righe e capire quello che state pensando.
Bene, caro tu e cari tutti, per rispondervi correttamente mi servono: le rispettive età, le rispettive attività, qualche tratto della personalità di ciascuno e le ragioni per cui -almeno secondo chi scrive- vi siete messi insieme. Chissà perché la durata della relazione, invece, la scrivete sempre e fate bene, è una delle cose più importanti. Dopo che mi avrete raccontato (in sintesi) tutto ciò, esporrete il problema e per me sarà un pochino più facile individuare i punti importanti e cercare di darvi una mano.

Quanto al tuo tormento, caro deluso, come avrai capito ho troppo pochi elementi. Sono contenta che tu abbia rinunciato a spiarla, non solo non serve, ma è una perdita di dignità, è umiliante ed è segno di grande insicurezza. Anche se lo capisco: è la reazione di chi si sente con le spalle al muro. Perché non riesci a parlarle? perché lei rifiuta il dialogo, oppure perché non ne hai il coraggio?
Comunque sia devi trovarlo oppure mettere lei con le spalle al muro e convincerla a darti delle risposte. Il fattore età conta parecchio e capita che ci siano ventenni tutt'altro che desiderose di relazioni lunghe, sicure e affidabili. Ci sono delle "esploratrici", che vogliono conoscere meglio il vasto mondo e anche l'universo maschile. Forse è tutto qui -nel senso della banalità, che nulla toglie al tuo dolore- forse vuole solo guardarsi intorno, fare qualche esperienza. E purtroppo non potrai impedirglielo, devi solo capire se ti senti di aspettare con pazienza per costruire finalmente ciò che vuoi oppure no.
In questo caso è tristemente ovvio che dovrai mettere fine allo stillicidio di sofferenza, che non è veramente compensata dai rari ma intensi momenti di felicità.
Ti faccio tutti i miei auguri,
Antonella

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Io sono Ingrid Di Stig Björkman Documentario Svezia, 2015 Uno sguardo dietro le quinte della vita straordinaria di una giovane ragazza svedese che divenne una delle attrici più celebri del cinema americano e mondiale... Ingrid Bergman. Guarda la scheda del film