Le Tre Principesse - Magazine

Teatro Magazine Lunedì 12 marzo 2001

Le Tre Principesse

Magazine - Nuvole, nuvole, nuvole… parlano ridono dormono. Là, là, là llà llà là.
Quando mai abbiamo applaudito alle nuvole? Alla Sala Germi, è proprio il caso di dirlo, le nuvole si meritavano tutto l'ampio consenso ricevuto e forse anche qualcosa di più. Bianche come delle suorine. Cattivelle come delle fate dispettose, le nuvole dormiglione sono le zie del sole.
Per altro è proprio grazie alle nuvole vere, che hanno contribuito alla giornata ovattata, che la sala era gremita di grandi e piccini, nonne e nipotini per la messa in scena di Le Tre Principesse. Un testo originale scritto da Francesco Firpo (all'anagrafe Francesco Striglione) della Compagnia del Banco Volante in prima nazionale alla Sala Germi ancora per due domeniche (18.03 e 25.03 con due spettacoli h. 15.30 e 17.30).
"Un'iniziativa drammaturgica", racconta Firpo, "che sta avendo molto successo in tutta Italia." Si tratta di favole raffinate rivolte ad un pubblico infantile, dietro alle quali si cela un laborioso lavoro di ricerca. È un progetto che aspira ad aprire una nuova strada drammaturgica.
Le storie sono già pubblicate in due volumi dalla Edizioni Erga di Genova, e Le Tre Principesse è, appunto, l’ultima commedia del secondo volume. Questo testo, come gli altri della raccolta, è scritto da Firpo appositamente per gli attori e le attrici della compagnia costituita da un ensemble di una trentina di persone. " Presentano possibilità espressive incredibili e tempi di produzione molto ampi, dai 6 ai 9 mesi, in una dimensione produttiva abbastanza rara" afferma lo scrittore-regista-attore Firpo. Per Le Tre Principesse, ad esempio, ci sono due squadre di attori e le principesse vengono interpretate a turno da 6 attrici. Il bello poi sta nel fatto che la compagnia mette insieme attori che sono insegnanti e attori che sono alunni di scuola e che fianco a fianco si calano nei rispettivi panni sostenendosi a vicenda nella rappresentazione. Ovviamente - anche se non è poi così scontato - a supporto dei 30 interpreti c’è tutto uno staff che collabora per le parti tecniche e organizzative.
Le Tre Principesse è la storia del re del Regno di Mezzo, delle sue tre figlie, del tuono e di suo figlio il sole. Il tuono non da tregua ai cieli e rimbomba sulla terra senza mandare la pioggia per oltre sei mesi. La cosa disturba alquanto "sua serenità" il re che, a dispetto dell’appellativo, è persona molto irritabile. Vengono dunque convocati saggi e indovini per svelare il mistero: il tuono vuole maritare il figlio sole e a tal fine raduna le più belle principesse della terra presso un luogo magico, per raggiungere il quale occorre attraversare l'intero deserto. A sfavore di questo piano, agiscono le tre sorelle nuvole, zie del giovane e scapestrato sole, figlio della luna, che lo vogliono preservare scapolo. La storia centrale sarà quella dell'ultimogenita del Re della Terra di Mezzo, Kaolì che si metterà in viaggio con poco seguito e pochi cammelli per andare a recuperare le due sorelle maggiori, ambiziose e bisbetiche, smarritesi nel tentativo di diventare mogli del sole.
La storia procede lungo invenzioni scenografiche di grande impatto e ingegnosità: dune e cammelli per il viaggio nel deserto, la madre terra con i suoi amici serpenti che emergono da un telo, il serpente gallo di dimensioni tali da ospitare la giovane Kaolì nella sua bocca, prima, e poi nella pancia, e la nave fatta di una sola vela che nella tempesta diventa un cespuglio di remi: quasi un quadro di Géricault.
Il successo tra i giovani spettatori, si apprezza grazie agli interessati mormorii tra le sedie della sala, e i ragguagli e commenti degli adulti venuti, appunto, per confortare e confermare la visione proiettata sul palco dalla Compagnia del Banco Volante.

Altri contenuti sulla compagnia Leggi l'articolo e Leggi l'articolo

Potrebbe interessarti anche: , Giudizio Universale: la Cappella Sistina secondo Marco Balich , Artisti e progetti vincitori di #UBU40 accanto a quelli di Hystrio, Rete Critica e ANCT , Turandot: la trama dell'opera, tra un principe pirlone e donne con scarsa autostima , Acqua di colonia: il colonialismo italiano secondo Frosini/Timpano , Dall'Olanda il teatro-incontro in Perhaps All The Dragons dei Berlin