Concerti Magazine Venerdì 16 marzo 2007

Genovatune.net

Il blues, a differenza del rock, è un genere musicale che induce i suoi frequentatori a mantenere più stretti legami con la tradizione, apportando sì delle modifiche alle strutture fondamentali ed inserendo qualche spunto proveniente da altre culture, ma restando nella sostanza sempre uguale a se stesso.
Non fanno eccezione i Lowdown Fellows, band di blues elettrico formatasi agli inizi del 2003 dall’incontro di Alberto Vigliarolo ed Ezio Cavagnaro ed assestatasi a quartetto con l’aggiunta di Alberto Casali e Pietro Martinelli. Il gruppo confeziona questo disco di 11 canzoni suonate tenendo a mente la lezione dei padri fondatori che essi stessi citano, personaggi come Rice Miller (forse meglio conosciuto come Sonny Boy Williamson II), Walter Horton, Muddy Waters, ma pure seguendo con interesse il lavoro di bluesmen contemporanei quali Sugar Ray Norcia (Sugar Ray and the Bluetones, Room full of blues) e William Clarke (scomparso nel 1996), i quali testimoniano il tentativo di innovarne il linguaggio nei rispettivi campi (il canto il primo, l’armonica il secondo).

Hard Times offre un buon ventaglio di brani, nove covers e due originali (Blues anytime e Albert’s boogie), firmati dal chitarrista e cantante Alberto Casali, nei quali il gruppo dimostra la grande familiarità col genere ed una innegabile maturità nell’esprimersi: d’altronde i quattro, Rimba, Big Eyes, the Kid e Albert sono anni che masticano blues in formazioni varie (Midnight Special, Dirty Work) tranne il Kid-contrabbassista, e malgrado l’andazzo sbagliato dei vecchi e le ciocche alle dita del pivello sono bravi nel mantenere atmosfere di buona intensità.

In conclusione questo lavoro da loro prodotto merita senz’altro più di un ascolto da parte non solo degli amanti del genere, perché di sicuro questi signori il blues ce l’hanno nel cuore.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

The predator Di Shane Black Azione, Avventura, Horror, Fantascienza U.S.A., 2018 Dai confini dello spazio inesplorato, la caccia arriva nelle strade di una piccola città nella terrificante reinvenzione della serie di Predator nel progetto registico di Shane Black. Geneticamente modificati, attraverso la combinazione dei DNA di specie... Guarda la scheda del film