Weekend Magazine Venerdì 9 marzo 2001

Diamo un futuro al nostro passato

E’ questa lo slogan del F.A.I, Fondo per l'Ambiente Italiano.
Non è un'associazione dai grandi numeri, ma certo si dà un gran da fare, impegnandosi a fondo nel recupero del patrimonio artistico e naturale d'Italia.
Il FAI riceve donazioni o eredità: con i fondi raccolti ristruttura un bene d'interesse culturale e/o paesaggistico, lo protegge e lo rende turisticamente appetibile. Si parla di ville, foreste, castelli o monasteri, spesso risalenti a più di mille anni fa.

Qualche giorno fa sono stato al monastero di Torba, vicino a Varese: la cosa che più ho apprezzato, a parte la bellezza del luogo, è che il FAI, oltre a un lavoro culturalmente importante, garantisce anche una visita piacevole e completa. Infatti, se il luogo lo consente, vicino all’area di interesse si trova spesso un ristorante, dai prezzi ragionevoli e di alta qualità, che propone la cucina locale e le relative specialità.
Nei giorni di festa è spesso prevista una visita guidata da parte di uno dei volontari. Quello che viene offerto è quindi un bel pacchetto completo, un esperienza culturale, visiva e... culinaria (perché no?).

Il patrimonio del FAI è vasto e articolato, particolarmente in Lombardia. In Liguria conta l’Abbazia di San Fruttuoso e la Barbieria di vicolo Caprettari, a Genova, allestita nel 1882 secondo le forme dell’Art Dèco.
Si organizzano anche mostre, viaggi a tema per i soci e concerti. Per saperne molto di più guardatevi il sito Internet: www.fondoambiente.it/ , è ricchissimo e fornisce la lista di tutti i beni, oltre alle iniziative e alle modalità di iscrizione.

Oggi al cinema

The End? L'inferno fuori Di Daniele Misischia Thriller 2017 Claudio è un importante uomo d'affari, cinico e narcisista. Una mattina, dopo essere rimasto imbottigliato nel traffico delle strade di Roma, arriva finalmente in ufficio nonostante il notevole ritardo, ma rimane bloccato da solo in ascensore a... Guarda la scheda del film