Magazine Martedì 20 febbraio 2007

Gli scrittori danno i numeri

Nell'ambito della rassegna , il libro Racconti matematici, a cura di Claudio Bartocci, verrà presentato giovedì 22 febbraio alle ore 18.00 presso la libreria Feltrinelli di via Venti Settembre. Introduce Laura Guglielmi.

Nel suo capolavoro incompiuto - L’uomo senza qualità - Robert Musil racchiude lo spirito del Novecento e affronta un conflitto tipico della nostra epoca: quello tra pensiero scientifico e pensiero umanista. Lui, ingegnere di formazione e scrittore per scelta, ha cercato di rompere le barriere tra le discipline. Dello stesso avviso è Claudio Bartocci, docente di Fisica matematica presso l’Università di Genova e grande ammiratore di Musil: «la differenza tra cultura scientifica e cultura letteraria non dovrebbe sussistere. Gli scritti di Musil hanno avuto un grande valore formativo per me». Per avvalorare questa tesi, Bartocci ha curato il volume Racconti matematici (Einaudi, p. 301, 18 Eu), che raccoglie i lavori di grandi della letteratura su temi tipicamente scientifici. Borges, Calvino, Eco, Asimov, Buzzati alle prese con il tempo e lo spazio, l’infinito, la geometria, la trigonometria, tanto per citarne alcuni.
«Gli uomini di scienza devono nutrire l’immaginazione - dice Bartocci - chi resta troppo chiuso nel suo mondo rischia di rendere sterile il pensiero». Così, quando il matematico espone a una cena l’idea che uomini di scienza e di lettere dovrebbero andare a braccetto, viene sfidato a portare delle prove. «Fai un’antologia», gli dice un pezzo grosso di Einaudi.
Una sfida intellettuale, ecco come nasce Racconti matematici: «con una selezione - dice il curatore - che segue i miei gusti e i materiali disponibili, come antologie esistenti in inglese».

Il libro è diviso in tre parti, e attraversa i macro-problemi della scienza: lo spazio e il tempo, i numeri, la complessità. L’ultima sezione - “ritratti” - si apre con un dialogo (spassoso, non poteva essere altrimenti) tra Umberto Eco e Pitagora. L’inizio è dedicato a un racconto di Borges: Il libro di sabbia, esempio tipico del surrealismo borgesiano. È la storia di un volume molto strano, senza né capo né coda, con infinite pagine sempre cangianti, che induce alla pazzia chi ne entra in possesso. Le vertigine dell’infinito, insomma.

La chiusura è dedicata a Musil, con il saggio breve L’uomo matematico: «avrei voluto inserire passaggi anche più lunghi, tratti da L’uomo senza qualità, ma ho scelto di utilizzare solo scritti brevi», conclude lo scienziato.

Racconti matematici è un esperimento, ben riuscito, e probabilmente si fermerà qui. Sfida vinta, dunque. Ma Bartocci ha in campo anche altri progetti. Il più importante è una grande opera in quattro volumi dedicata alla matematica, a cui sta lavorando insieme a sempre per Einaudi: «È stata un’impresa titanica, durata tre-quattro anni, cui hanno collaborato tanti nostri colleghi, da Harvard, Princeton, Parigi. Uno di questi volumi tratterà anche di argomenti correlati a materie umanistiche - letture, racconti e testi teatrali - e uscirà verso fine 2008».
di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Crazy & Rich Di Jon M. Chu Commedia, Romantico U.S.A., 2018 La newyorkese Rachel Chu accompagna il suo fidanzato di lunga data Nick Young al matrimonio del suo migliore amico a Singapore. Emozionata perché visiterà l’Asia per la prima volta, ma nervosa perché conoscerà la famiglia... Guarda la scheda del film