Magazine Venerdì 9 marzo 2001

Carla Peirolero e il Salotto del libro

Magazine - Lunedì 12 marzo alle 17.00, inizia la nuova edizione di Donne scritte da donne: l'appuntamento primaverile ideato da Carla Peirolero e Valentina Arcuri quest'anno si trasforma nel Salotto del Libro.
Non a caso la manifestazione si è spostata in un vero e proprio "salotto", l'Auditorium Montale del Teatro Carlo Felice.

Per sei giorni si potrà assistere alle conferenze, parlare con gli scrittori, fare merenda o cenare. Non più solo presentazioni di libri e poi tutti a casa.
Incontro Carla Peirolero al mentelocale cafè: molti di voi la conosceranno come attrice del Teatro della Tosse (nella foto in costume di scena).
Mi presento con la documentazione riguardante il Salotto del libro, frutto della mia ricerca sul sito salottodellibro.interfree.it .

Finisce che mi intervista lei. È incuriosita da tutto quello che riguarda la realtà di Internet, e quindi anche dalla mia attività di scrivano del web.
“Finito il Salotto del libro mi prenderò una settimana di libertà per navigare e scoprire un po’ di cose interessanti. Purtroppo non ho mai tempo, tra il teatro e l’organizzazione degli eventi”.

Mi spiega di essere affascinata dalle novità
“Non come Genova, che ha difficoltà a metabolizzare il nuovo, il diverso”.

Ed ora la prima edizione di questo Salotto del libro
“Dove il libro dà spettacolo. È il sottotitolo della manifestazione, e mi piace sottolinearlo. Perché sia io che Valentina veniamo dal teatro, lei con forti propensioni organizzative, e quindi il nostro approccio ai libri non può essere accademico, né prettamente letterario. Quando interpreto un brano, le autrici mi ringraziano perché capiscono che il mio taglio privilegia le emozioni”.

A proposito di interpretazioni: so che avete in mente qualcosa di speciale. I libri verranno letti da ragazzi, il pubblico per cui sono stati scritti
“Sì. Collaboreremo con due istituti per l’infanzia e tre istituti per le scuole superiori. I bambini delle scuole Grillo e Daneo leggeranno brani da La banda dei notturni e da La gazza ladra. Oggi, dopo l’intervista, andrò a seguire i bambini e prepararli alla lettura. Non so cosa ne verrà fuori, ma è davvero un’avventura appassionante. Faticosa, ma appassionante. Quello che penso sia davvero interessante è vedere l’autore che finalmente ascolterà il suo testo interpretato da coloro per i quali l’aveva pensato. Per Silvia Vegetti Finzi sarà una soddisfazione particolare ascoltare gli studenti dei licei Doria e M. L. King leggere L’età incerta e lo stesso per Chiara Zocchi e Paola Mordiglia, le autrici di Olga e di Randagi, che verranno interpretati dagli studenti del Montale”.


Basta con le presentazioni di libri, quindi...
“Ce ne sono già tante a Genova. Sarebbe inutile farne altre. A noi interessa il recupero di testi che hanno un valore, e che magari non vegono più stampati, o che comunque sono stati editi da tempo. Eppoi abbiamo predisposto un programma di sei ore giornaliere, Avevamo notato, in occasione degli incontri di Donne scritte da donne che mancava un momento aggregativo dopo quello schiettamente culturale. Magari si aveva voglia di parlare, discutere, ma non c’erano gli spazi a disposizione.
Perché si parla tanto di criminalità e tolleranza zero, ma la cultura è l’unica prevenzione realmente efficace e possibile”.


In cosa consiste esattamente Chance Eventi, l'associazione promotrice dell'iniziativa?
“È un’organizzazione culturale nata un paio d’anni fa, ma che ha la sua origine nella rassegna Donne scritte da donne, che risale all’aprile 1997, ed è giunta nel 2000 alla quarta edizione. L’organizzazione era mia e di Valentina, anche se ancora non ci eravamo costituite come associazione. Poi è venuto Metti un sogno nel carrello, concorso letterario riservato a donne che scrivano poesie, canzoni o racconti, in collaborazione col sito www.liberodiscrivere.it . Poi abbiamo messo in piedi le due edizioni del Suq a piazza Banchi”.

di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

I soliti ignoti Commedia Italia, 1958 Scombinato quartetto di ladri di mezza tacca tenta un furto a un Monte di Pegni periferico. Il colpo va buco, ma si fanno una mangiata. Uno dei pilastri della nascente commedia italiana: la sua eccezionale riuscita nasce da una scelta azzeccata degli... Guarda la scheda del film